Tipress
SVIZZERA
08.09.2018 - 15:160

Niente più polizia dei trasporti sui treni dei tifosi

Le FFS vogliono affidare la sicurezza agli stessi club e associazioni

BERNA - I tifosi che si spostano a bordo di treni non sono praticamente più accompagnati dalla polizia dei trasporti delle FFS. Le ferrovie federali preferiscono infatti affidare la sicurezza sui convogli agli attori interessati, in particolare per ragioni finanziarie.

Le FFS si stanno impegnando per concludere accordi in questo senso con i club, la lega, l'Associazione svizzera di football (ASF) e le organizzazioni dei supporter. Lo scopo è che i trasporti dei fan possano essere gestiti col minor personale possibile e dunque con spese ridotte per i contribuenti, ha indicato oggi Corinne de Puckler, portavoce dell'ex regia federale, confermando un'informazione apparsa su diversi giornali del gruppo Tamedia.

I danni annuali si elevano a circa 150'000 franchi e i costi totali non coperti a 3 milioni, ha precisato de Puckler a Keystone-ATS. Per motivi economici, ora la maggior parte delle squadre si occupa internamente delle trasferte dei loro tifosi.

Solo i club di calcio dello Zurigo e del San Gallo beneficiano ancora di convogli speciali supervisionati dalla polizia dei trasporti. La nuova soluzione sembra gradita alle parti in causa e i primi riscontri sono positivi. Le FFS possono così utilizzare le proprie risorse in altro modo, ad esempio per migliorare la sicurezza nelle stazioni.

Tuttavia, le trasferte degli elementi più scalmanati delle tifoserie sportive sono macchiate con una certa regolarità da incidenti. Ad esempio, a inizio maggio, su un treno che riportava a Zurigo da Losanna i tifosi del Grasshopper si sono verificati disordini, danneggiamenti e minacce. Due agenti della polizia dei trasporti hanno azionato il freno di emergenza in piena campagna vodese per sfuggire ai facinorosi che li inseguivano cercando il contatto fisico e insultandoli.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Ottima idea, meno polizia c'è , meno problemi appaiono... :-))))
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-22 18:46:14 | 91.208.130.87