BERNA
12.03.2018 - 10:510
Aggiornamento : 14:29

Niente più tasse per vincite sotto il milione di franchi?

Il prossimo 10 giugno la popolazione dovrà approvare la nuova legge sui giochi in denaro. Consiglio federale e Parlamento raccomandano il “sì”

Vincite

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Il prossimo 10 giugno la popolazione svizzera sarà chiamata nuovamente alle urne per esprimersi in merito all’iniziativa popolare “Per soldi a prova di crisi” e sulla nuova legge sui giochi in denaro. Una legge, quest’ultima, che intende regolare e controllare il mercato del gioco d'azzardo nell’era digitale, fornendo maggiore protezione ai consumatori, e che il Consiglio federale, il Parlamento e i Cantoni raccomandano di accogliere.

Questa mattina la consigliera federale Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, ha illustrato gli argomenti del Consiglio federale a favore della nuova legge sui giochi in denaro, con al suo fianco il consigliere di Stato Hans-Jürg Käser, presidente della Conferenza dei direttori cantonali competenti in materia di lotterie. Quest'ultimo ha sottolineato l'importanza particolare della legge per i Cantoni, poiché conferma la loro competenza nel settore delle lotterie e delle scommesse sportive e consente loro, ad esempio, di autorizzare piccoli tornei di poker. La legge garantisce inoltre che, come sinora, gli utili netti delle lotterie e delle scommesse sportive possano essere destinati interamente a scopi di pubblica utilità, soprattutto nei settori della cultura, delle opere sociali e dello sport.

Ogni anno quasi un miliardo di franchi è versato dalle case da gioco, dalle scommesse sportive e dalle lotterie a favore dell'AVS/AI (2016: 276 mio. di franchi), dei Cantoni di ubicazione dei casinò (2016: 47 mio. di franchi) e di numerose organizzazioni di pubblica utilità (2016: 630 mio. di franchi).

Una maggiore protezione - La nuova legge sui giochi in denaro «migliora la protezione e la prevenzione» e «consente anche nuove offerte», sottolinea il Consiglio federale. Le case da gioco titolari di una concessione possono offrire i loro giochi, quali roulette, black jack o poker, anche in Internet e le società di lotterie possono proporre nuove forme di scommesse sportive. Infine, piccoli tornei di poker saranno ammessi, previa autorizzazione, anche al di fuori delle case da gioco.

Vincite e introiti supplementari - Nella maggior parte dei casi le vincite dei giocatori non saranno più imponibili. Saranno ad esempio esenti da imposta le vincite alle lotterie che non superano un milione di franchi. Novità che aumentano i versamenti a favore della collettività; secondo le stime di Swisslos, il maggiore operatore svizzero nel settore dei giochi in denaro, a medio termine tale aumento raggiungerà fino a 300 milioni di franchi all'anno.

Lotta al riciclaggio - Infine, la legge intende intensificare anche la lotta al riciclaggio di denaro, in quanto, rispetto al diritto vigente, sottopone un maggior numero di organizzatori di giochi alla legge sul riciclaggio. Riduce altresì il rischio che siano manipolate le scommesse sportive e quindi anche le competizioni stesse. In altre parole, la legge rende i giochi in denaro «più sicuri e trasparenti».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 2 anni fa su tio
Sbagliato!!!
Libero pensatore 2 anni fa su tio
È giusto. In realtà non dovrebbe essere tassato nulla perché di fatto si tratta di capital Gian e non vedo perché chi lo consegue attraverso un investimento in strumenti finanziari non debba essere tassato mentre che lo consegue attraverso altre forme di investimento invece lo debba essere. In fin dei conti si tratta sempre di investimenti... ad altissimo rischio, ma pur sempre di investimenti si parla

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 03:58:00 | 91.208.130.89