Keystone
SVIZZERA
08.12.2017 - 15:480

Niente più sigarette per i minorenni

Il divieto di vendita in vigore in gran parte dei Cantoni sarà esteso a tutto il Paese. Vietata la pubblicità su internet e giornali gratuiti

BERNA - Il divieto di vendita di sigarette ai minorenni, in vigore in gran parte dei Cantoni, sarà esteso a tutta la Svizzera. Inoltre, la pubblicità per i prodotti del tabacco sarà vietata su Internet e sui giornali gratuiti. Sono queste le principali novità della seconda versione del progetto di legge federale in materia posto oggi in consultazione dal Governo.

Per il resto l'esecutivo ha deciso di autorizzare e disciplinare la vendita di prodotti alternativi come le sigarette elettroniche (e-sigarette) contenenti nicotina e i prodotti del tabacco destinati a essere riscaldati (narghilé o shisha).

In seguito ai dibattiti in Parlamento, alcune proposte controverse sono state abbandonate. Ad esempio sono stati eliminati dalla seconda versione i divieti di pubblicità nei cinema, mediante manifesti e nella stampa a pagamento, indica oggi una nota governativa.

E-sigarette e snus - Il nuovo progetto autorizza la vendita di e-sigarette con nicotina in Svizzera. Ciò consentirà di fissare requisiti legali, in particolare sulla composizione e l'etichettatura. Secondo le conoscenze attuali, le sigarette elettroniche sono chiaramente meno nocive di quelle tradizionali e possono costituire un'alternativa per permettere di ridurre i rischi per la salute.

Le e-sigarette, per contro, saranno sottoposte alle stesse restrizioni in materia di pubblicità e di vendita ai minori vigenti per quelle tradizionali. Tutte le sigarette elettroniche, con o senza nicotina, rientreranno nel campo di applicazione della legge federale contro il fumo passivo e saranno bandite dai locali in cui già oggi è vietato fumare. Lo stesso varrà per i narguilé o shisha destinati a essere riscaldati.

Per quanto riguarda lo snus - prodotto di origine svedese che viene consumato posizionando una porzione in bustina tra il labbro e la gengiva ndr. - esso potrà essere commercializzato in Svizzera. Sarà oggetto di un'avvertenza specifica che attirerà l'attenzione sulla dipendenza e sui rischi del suo consumo per la salute.

Protezione dei giovani - Alla luce del fatto che la maggior parte dei fumatori (57%) inizia a fumare prima dei 18 anni, il progetto prevede - come detto - anche misure di protezione destinate ai giovani. Il divieto di vendita di sigarette ai minorenni sarà così esteso a tutta la Confederazione.

Inoltre, si è tenuto conto anche di alcuni nuovi canali di comunicazione facilmente accessibili ai minori: la pubblicità per i prodotti del tabacco sarà quindi vietata su Internet e sui giornali gratuiti. È pure previsto un divieto di pubblicità nei punti di vendita in determinate aree strategiche, come ad esempio nei chioschi accanto ai dolciumi, precisa ancora il Governo.
 
 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 00:24:26 | 91.208.130.85