Immobili
Veicoli

HCL«Quando abbiamo alzato il nostro livello, ormai era tardi»

31.10.21 - 12:00
Sconfitto otto volte nelle ultime undici partite, il Lugano deve invertire la tendenza. Chris McSorley non cerca scuse.
keystone-sda.ch (Pablo Gianinazzi)
«Quando abbiamo alzato il nostro livello, ormai era tardi»
Sconfitto otto volte nelle ultime undici partite, il Lugano deve invertire la tendenza. Chris McSorley non cerca scuse.
«Sono motivato a trovare le giuste soluzioni. Dobbiamo migliorare e lavorare per essere pronti per le prossime sfide»,

LUGANO - «Devo essere onesto, ha vinto la squadra che ha giocato un hockey migliore, e non siamo stati noi. Quando abbiamo iniziato a giocare meglio e alzato il nostro livello, ormai era tardi», non cerca scuse Chris McSorley, che con il suo Lugano è incappato ieri nell'ottava sconfitta nelle ultime 11 uscite. L'ultima della serie è l'1-4 col Ginevra, team che sin qui (19 punti in 20 gare) non stava certo impressionando. L'entrata in materia, con due gol incassati nei primi 9', ha spianato la strada alle Aquile.

«Non ci sono scuse, dobbiamo crescere come gruppo. Ora però dobbiamo restare positivi e imparare la lezione. Bisogna rimboccarsi le maniche e da lunedì ci prepareremo per essere pronti per le prossime sfide, dove dovremo anche vincere più battaglie. È questo il momento per mostrare che siamo migliori di così».

Sei sconfitte nelle ultime otto, con due weekend filati conditi da soli ko (in mezzo la vittoria sul fanalino di coda Ajoie). McSorley è più arrabbiato o preoccupato? «Non sono arrabbiato, direi deluso. Allo stesso tempo, come head coach, so bene che è il mio lavoro e sono motivato a trovare le giuste soluzioni. Si possono cambiare le linee, cercare nuove "alchimie". Sulla partita l'analisi è chiara, la squadra che ha meritato è quella che è poi salita sul bus per tornare a Ginevra».

COMMENTI
 
ISO 37001 9 mesi fa su tio
"ha vinto la squadra che ha giocato un hockey migliore" Le squadre di McS, anche quando vincono, raramente offrono un "hockey migliore". L'anti-hockey è la definizione stessa dell'unico schema che questo allenatore è in grado di offrire.
Evry 9 mesi fa su tio
gioco senza azioni pensate, ognuno fa quello che vuole e la difesa fa acqua... auguri ma..
Evry 9 mesi fa su tio
l'allenatore non ha colpe, ci sono purtroppo certi difensori 27 e 88 e altri giocatori 21, 17, 10 e 52 che non fanno quello che devono, FORZA LUGANO auguri
sergejville 9 mesi fa su tio
Forza Lugano!!! Non si molla.
Brontolo pensionato 9 mesi fa su tio
Giusto... non mollate, anche perché errare è umano. Perseverare è troppo divertente. Auguri cugini.
uriah heep 9 mesi fa su tio
Bravo 👏 ma non capisce che è colpa sua, non funziona più quel genere di sistema vecchio che applicava già a Ginevra 12 anni fa e che non ha mai portato a nulla !! Mc Sorley sveglia e cambia , altrimenti sarà una débâcle!!😩😩 non è un fattore di impegno dei giocatori o meno !!
Mamy 9 mesi fa su tio
Direi analisi molto chiara. Ora vogliamo i fatti🤔 !
Brontolo pensionato 9 mesi fa su tio
Chris McSorley al tuo posto cercherei dove ho messo le valigie e inizierei a spolverarle.... non si sa mai... Stare dietro ai cugini, brucia.
MrBlack 9 mesi fa su tio
Forse la soluzione non è cambiare le linee ma cambiare l’allenatore con uno che ha delle idee che funzionano
Nano10 9 mesi fa su tio
cmq la visto solo lui che hanno alzato il livello, invece di fare commenti dovresti pensare un'alternativa e cambiare sistema di giuoco perche' lanci lunghi e pedalare si sta dimostrando inefficace sia per la squadra che per i risultati. E andare alla Corner Arena vedere l'hockey con questo sistema è diventato veramwnte noioso e palloso.
cle72 9 mesi fa su tio
La lingua italiana, non è di casa...tra andare alla corner Arena e leggerete il tuo post non c'è molta differenza... brividi!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT