Cagliari
2
Spezia
2
fine
(0-1)
Napoli
Roma
20:45
 
Ti-press (Alessandro Crinari)
+4
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
FORMULA 1
1 ora
Noiosamente Hamilton, l’uomo dei record
Novantacinquesimo successo in carriera per il britannico.
SWISS LEAGUE
1 ora
Rockets, che lezione
I ticinesi sono stati sconfitti 8-1.
SUPER LEAGUE
2 ore
Il Lugano gode ancora (e tanto) in extremis
Un gol al 92' ha lanciato i bianconeri, al quarto successo in campionato.
SERIE A
3 ore
No Ibra, no problem
Stesa 2-0 la Fiorentina. Bologna avanti con il Crotone.
FORMULA 1
3 ore
«Ustioni su mani e caviglie»
Il pilota ginevrino è in ospedale dopo il pauroso incidente.
FOTO E VIDEO
FORMULA 1
4 ore
Vettura spezzata e in fiamme, incidente drammatico per Grosjean
Dramma sfiorato nel primo giro del GP del Bahrain.
SERIE A
5 ore
Lazio, un disastro
Biancocelesti surclassati 3-1 dai bianconeri.
PREMIER LEAGUE
6 ore
«Ormai siamo abituati alle ascelle in fuorigioco...»
Jurgen Klopp non perde mai il sorriso. Il mister ha scherzato sui gol annullati ai Reds contro il Brighton (1-1)
BOXE
10 ore
Rientro-show per Tyson
Contro Roy Jones Jr. finisce pari.
FORMULA 1
12 ore
Leclerc sconsolato: «Non ci saranno miracoli»
In Bahrain le Rosse scattano dalla sesta fila. Seb è un po' più ottimista: «Potremo ottenere un buon bottino di punti»
SERIE A
21 ore
Il Verona castiga la Dea
L'Atalanta, dopo il colpaccio in Champions contro il Liverpool, cade in campionato
SUPER LEAGUE
21 ore
Prima gioia per Celestini
Primo successo in campionato per il Lucerna (Servette ko 3-1). Bene il Vaduz, che stende i vallesani (4-1)
NATIONAL LEAGUE
21 ore
Il Losanna non lascia scampo ai Dragoni
Per la seconda volta in pochi giorni i vodesi piegano il Friborgo. Il Davos passa a Rapperswil: doppietta di Thornton
HCL
22 ore
Il Lugano cade ancora: lo Zurigo graffia cinque volte
Weekend amaro per gli uomini di Pelletier, che dopo il ko di Bienne perdono anche contro i Lions (1-5)
HCL
17.11.2020 - 22:100
Aggiornamento : 18.11.2020 - 12:12

Due punti per il Lugano, ma potevano essere tre

I bianconeri, a lungo in vantaggio, hanno sconfitto i Dragoni 5-4 dopo i prolungamenti. Terza vittoria di fila per l'HCL

Hanno ritrovato il ghiaccio Lajunen e Sannitz.

di Alex Isenburg

LUGANO - Altra vittoria, la terza di fila, per la squadra guidata da Pelletier: in un appassionante confronto con il Friborgo, i bianconeri sono venuti a capo della banda di Dubé, vincendo con il risultato di 5-4 ai supplementari.

Durante la prima frazione di gioco, equilibrata e intensa, a prendersi la scena per lunghi tratti è stato il duello personale inscenato da Stalberg e il portiere bianconero Schlegel. La miglior chance capitata sul bastone del numero 25 burgundo è giunta al quarto minuto, quando lo svedese (autore di addirittura cinque tiri in porta nei soli primi venti minuti) si è lanciato da solo al cospetto dell’estremo difensore del Lugano, con quest’ultimo capace di abbassare la saracinesca e avere la meglio. Sul finire di tempo, invece, è stato il powerplay dei padroni di casa a mettersi in mostra: in occasione della prima superiorità numerica a sbloccare il punteggio è stato Arcobello. Il sempre convincente Top Scorer bianconero è stato abile ad approfittare di un rebound concesso da Berra e infilarlo da posizione defilata. Pochi minuti dopo, nel corso della seconda chance con l’uomo in più, è stato invece Heed a farsi notare, facendo vibrare il palo con una violenta conclusione dalla blu.

La seconda frazione di gioco è stata altamente spettacolare e ricca di reti: in entrata di periodo Walker è stato glaciale a capitalizzare l’occasione avuta a tu-per-tu con Berra in “shorthanded”, trovando rapidamente il 2-0. Successivamente, grazie a un ottimo disco recuperato dietro la porta da Romanenghi, è giunta la terza segnatura bianconera, a opera di Traber. La compagine di Pelletier, sin lì saldamente in controllo del match, ha poi concesso troppo alla temibile e attivissima prima linea dei Dragoni, che ha riaperto la contesa grazie a un bel tiro di Mottet. A cinque minuti dalla sirena, nel brevissimo volgere di dieci secondi di gioco, c’è poi stato un immediato botta e risposta targato Rossi e Bertaggia. Dapprima, l’attaccante ospite ha dimezzato lo svantaggio dei suoi, trafiggendo Schlegel tra i gambali. Subito dopo, invece, il numero 10 dei ticinesi ha fortunosamente deviato con il pattino un passaggio di Fazzini, ristabilendo il doppio vantaggio dei padroni di casa. Sul finire di tempo, poi, Boedker e Gunderson hanno colpito “solo” i ferri delle rispettive porte, facendo sì che i primi 40’ si siano chiusi sul 4-2.

Il Friborgo, chiamato a recuperare il doppio svantaggio negli ultimi venti minuti regolamentari, è riuscito ad accorciare le distanze in superiorità numerica grazie a DiDomenico. Con Chiesa seduto sulla panchina dei puniti, il polsino del canadese non ha lasciato scampo a Schlegel, ridando vigore al tentativo di rimonta ospite. Rimonta che si è poi effettivamente materializzata a quattro minuti dal sessantesimo, per mano di Stalberg, capace di trovare il gol del 4-4 in mischia.

L’overtime è tuttavia durata solo una trentina di secondi, il tempo necessario a Heed per involarsi verso Berra, batterlo con una violenta conclusione ed ergersi a eroe della serata. Il Lugano, tra le cui file si sono rivisti i lungodegenti Sannitz e Lajunen (impiegato al posto di Carr, il cui futuro in maglia bianconera è ancora da definire), si assicura dunque altri due punti importanti per una classifica sempre più incoraggiante.

Nell'altra gara della serata il Berna ha messo la parola fine a un periodo di cinque sconfitte filate, vincendo 3-2 a Rapperswil. Per gli Orsi sono andati a segno Haas, Praplan e Jeffrey, mentre pe ri sangallesi hanno timbrato il cartellino Lhotak e Lehmann. 

LUGANO – FRIBORGO 5-4 d.s. (1-0; 3-2; 0-2; 1-0)
Reti: 16’11” Arcobello (Heed, 5c4) 1-0; 21’17” Walker (Morini, 4c5) 2-0; 24’50” Traber (Romanenghi) 3-0; 30’59” Mottet (Stalberg, Desharnais) 3-1; 34’11” Rossi (Walser, Jörg) 3-2; 34’21” Bertaggia (Fazzini) 4-2; 50’44” DiDomenico (Gunderson, Desharnais 5c4) 4-3; 56’03” Stalberg (Desharnais) 4-4; 60’31” Heed 5-4.
LUGANO: Schlegel; Riva, Heed; Chiesa, Löffel; Wolf, Nodari; Sannitz. Morini, Arcobello, Boedker; Bertaggia,
Kurashev, Fazzini; Suri, Lajunen, Bürgler; Romanenghi, Herburger, Walker; Traber.
Penalità: 4x2’ Lugano; 3x2’ Friborgo.
Note: Cornèr Arena, 30 spettatori. Arbitri: Tscherrig, Mollard; Cattaneo, Kehrli. 

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 sett fa su tio
Bravi, ma il 22 e il 27 devono giocare con più lucidità mentale, grazie e auguri
Evry 1 sett fa su tio
Bravi ma il 27 e il 27 devono giocare con più lucidità mentale, forza e auguri
Frankeat 1 sett fa su tio
@Evry Gemelli siamesi? :-)
Giorgio Bazzurri 1 sett fa su fb
Dovevano essere 3!
Monica Ca 1 sett fa su fb
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-29 20:07:08 | 91.208.130.89