Ti-press (Samuel Golay)
+9
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SWISS LEAGUE
1 ora
Altro che pensione, McNamara: «Bienne un ottimo esempio per i Rockets»
Parola al 71enne ex coach di Lugano e Bienne, nominato ieri nuovo vice allenatore dei Razzi
SUPER LEAGUE
9 ore
San Gallo: Babic positivo al coronavirus
Il 22enne, attualmente ai box, si era recato in Serbia e al suo rientro in Svizzera è risultato positivo al Covid-19
SERIE A
9 ore
Entra Ibrahimovic e il Milan pareggia in extremis
I rossoneri non sono andati oltre al 2-2 contro la Spal. Vittorie per Sassuolo, Verona e Sampdoria
Calcio
10 ore
Il San Gallo vola in vetta solitaria
I biancoverdi si sono imposti 2-1 in trasferta contro lo Xamax e nello stesso tempo il Thun ha steso lo Zurigo (3-2)
SUPER LEAGUE
11 ore
Il Lugano gode: «Meritavamo di più...»
Oltre a coach Jacobacci anche Guidotti è soddisfatto dopo il successo con il Basilea: «Frei e Xhaka? Non ho avuto paura»
SERIE A
11 ore
Inter esagerata: i nerazzurri ne fanno 6!
La truppa allenata da Conte ha rifilato un netto 6-0 al Brescia
CHALLENGE LEAGUE
12 ore
Il Chiasso ne prende quattro
La compagine rossoblù ha perso 4-1 sul campo del Kriens
SUPER LEAGUE
13 ore
Il Lugano doma il Basilea e coglie tre punti preziosi
La formazione bianconera si è imposta fra le mura amiche con il punteggio di 2-1
EBEL
14 ore
Cada, ex Ambrì, torna in sella
Il 66enne ceco è il nuovo head coach dei Bratislava Capitals
SWISS LEAGUE
16 ore
Landry-McNamara per i Ticino Rockets
Éric Landry, ex attaccante dell'Ambrì, è il nuovo head coach dei razzi. Lo affiancherà l'esperto Mike McNamara
HCAP
18.06.2020 - 07:000
Aggiornamento : 15:02

«Stiamo vivendo su dei ritmi non sani»

Chiacchierata con l'allenatore dell'Ambrì: «Stiamo cercando un difensore e un attaccante straniero»

AMBRÌ - Chiusa bruscamente la scorsa stagione, ad Ambrì si sta lavorando alacremente per preparare il campionato 2020-21. Da oltre due settimane i giocatori sono tornati a lavorare insieme, per cercare di mettere "benzina nelle gambe" in vista dell'esordio del prossimo 18 settembre. Per completare l'organico mancano ancora due pedine fondamentali: i due stranieri che andranno ad affiancare D'Agostini e Flynn. 

Luca Cereda, che squadra hai ritrovato a inizio giugno?
«Una squadra serena con tanta voglia di lavorare. Adesso si tratta soprattutto di ritrovare l'abitudine a socializzare, lavorando ogni giorno duramente. Sappiamo che soltanto soffrendo potremo porre le basi per avere successo».

Il vostro programma estivo ha subito inevitabilmente delle modifiche, questo peserà?
«Lo scheletro è rimasto invariato con la differenza che nel primo mese ognuno ha lavorato a casa sua con il materiale che aveva a disposizione. Ciò significa che nelle prossime settimane sarà importante aggiungere l'1 o 2% per recuperare ciò che involontariamente si è perso nel primo periodo di preparazione. In generale comunque ho trovato una squadra in buone condizioni. Ognuno ha fatto l'allenatore di sé stesso».

Parliamo di singoli, avete alcune defezioni e giocatori che ancora si allenano "a distanza"...
«Pinana è con noi ma segue un programma riabilitativo personale. Horansky si sta allenando a casa sua mentre Ciaccio fa un po' con noi e un po' per conto suo. Zwerger? Sta svolgendo fisioterapia. Non so ancora se potremo contare su di lui già a partire dalla prima seduta sul ghiaccio d'inizio agosto. Durante il campo d'allenamento però mi auguro che possa pian piano tornare a disposizione». 

Diego Kostner come sta?
«Sta abbastanza bene. È contento del suo stato di forma, ma il vero test per lui sarà sul ghiaccio».

A settembre inizierà la tua quarta stagione ad Ambrì. Dove Luca Cereda sente che può ancora migliorare?
«Il processo di crescita continua sempre. Nel momento che ci si sente arrivati è meglio cambiare lavoro. Penso di poter migliorare un po' ovunque sia nelle questioni tecniche, tattiche e umane. Il mio obiettivo è quello ogni giorno d'imparare qualcosa sotto tutti i punti di vista, cercando di correggere gli errori».

A livello di organico vi mancano ancora due stranieri: andrete sull'1+3 o sullo 0+4?
«Il fatto di puntare su quattro attaccanti ci stimola sempre. Ad ogni modo pensiamo che l'1+3 sia la miglior soluzione, per questo stiamo cercando un attaccante e un difensore».

Ti piace la nuova formula che prevede che le squadre dal settimo al decimo posto si giochino gli ultimi due posti nei playoff?
«L'avevo testata in America 20 anni fa da giocatore. Credo sia positiva, in tutti i sensi. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un campionato molto equilibrato e questa novità non farà altro che aumentare la suspense. Inoltre far terminare la stagione a quattro squadre già dopo la regular season sarebbe stato un po' troppo».

Cosa ti ha lasciato, a livello personale, l'esperienza-coronavirus?
«Ho vissuto tante emozioni negative. Siamo stati bersagliati da notizie molto tristi. Gli specialisti non conoscevano questo virus e noi ancora meno, non è stato facile. La mia riflessione personale? Mi sono reso conto che stiamo vivendo su dei ritmi non sani. Dobbiamo riavvicinarci di più alla natura e ai ritmi di essa, trovando una bilancia un po' più sana».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Samuel Golay)
Guarda tutte le 13 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-02 09:17:35 | 91.208.130.89