Tipress
SWISS LEAGUE
14.01.2018 - 18:140
Aggiornamento : 18:45

Niente da fare per i Rockets alla Resega

La formazione ticinese è stata sconfitta davanti ai propri tifosi con il punteggio di 6-2

LUGANO - I Ticino Rockets questo pomeriggio hanno avuto il privilegio di scendere sul ghiaccio della Resega per la partita contro l’EHC Olten. La pista luganese per l’occasione ha accolto i giovani “Razzi” con una cornice di pubblico degna di questi talentuosi ragazzi con un'affluenza di 818 spettatori. 

I rivieraschi hanno recuperato il difensore del HCAP Pinana a lungo assente per un infortunio, nonché alcuni rinforzi da Lugano e Ambrì quali Kparghai, Moor e Morini e il prestito dalle “aquile” ginevrine di Massimino Yoan al suo esordio con i ragazzi di coach Cadieux. Le ambizioni e la forza offensiva dell’EHC Olten sono ben note, in effetti è scesa sul ghiaccio aggredendo da subito i biaschesi che si sono arroccati in difesa per i primi 7 minuti e per il primo tiro in porta dei “Razzi” si è dovuto attendere fino al 7’15”. Meno timorosi e più organizzati, in seguito i ticinesi hanno ritrovato la consueta grinta e hanno offerto qualche spunto offensivo in particolare con Zorin, Spinedi e Fritsche. La partita si è sbloccata al 13’45” con Moor e Morini penalizzati, Ihnacak ha insaccato il puck alle spalle di Müller. I rivieraschi fino alla prima sirena hanno cercato la rete del pareggio, ma senza fortuna.

I Ticino Rockets nel secondo periodo sono entrati in pista da subito aggressivi e dopo soli 47” Fritsche segna la rete del 1-1 sfruttando il “rebound” del portiere ospite su un bel tiro di Spinedi. Dopo il pareggio l’Olten ha alzato il baricentro e grazie ad un errore difensivo dei ticinesi al 25’36” Ihnacak ha battuto Müller per la seconda volta. Pochi minuti dopo i solettesi sono andati nuovamente in rete con Vodoz seguita dalla quarte rete in “short-handed” al 31’22” con Heughabaert. Fatta eccezione per qualche timida sortita offensiva, i biaschesi sono stati schiacciati nel loro terzo di difesa da un Olten decisamente in grande forma e ben organizzato in attacco.

Nonostante le tre reti di svantaggio, nel terzo tempo i giovani "Razzi" hanno pressato maggiormente, complice anche il calo di ritmo degli avversari, ma senza riuscire a bucare la buona difesa dell'Olten. Dopo tanto attaccare, come vuole la consuetudine, sono stati ancora gli svizzero-centrali a segnare la quinta rete al 48'11" con Wyss e al 53'41" Aeschlimann ha arrotondato, con la complicità di Müller nell'occasione non impeccabile, con il sesto sigillo. Sussulto d'orgoglio per i Ticino Rockets che pochi giri d'orologio dopo, hanno trovato la seconda rete con un piccolo capolavoro di Hrabec. Negli ultimi minuti di gioco Fritsche avrebbe potuto ridurre maggiormente lo scarto, ma l'estremo difensore Rytz ha negato al giocatore ticinese la terza segnatura.

Una dura lezione impartita dalla seconda della classe sempre più lanciata per giocarsela contro il forte Rapperswil per un posto in National League.

L'agenda dei Ticino Rockets prevede martedì 16 gennaio la trasferta contro l'HC Ajoie, mentre la prossima partita casalinga di domenica 21 gennaio sarà giocata alla Valascia (ingaggio d'inizio ore 17:00). 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-10 05:52:04 | 91.208.130.86