Cerca e trova immobili

ITALIAMilva, il ricordo della figlia

25.04.21 - 10:46
La cantante, morta all'età di 81 anni, ha lottato per lungo tempo con una malattia neurologica e degenerativa
KEYSTONE
Martina Corgnati ricorda la madre Milva.
Martina Corgnati ricorda la madre Milva.
Milva, il ricordo della figlia
La cantante, morta all'età di 81 anni, ha lottato per lungo tempo con una malattia neurologica e degenerativa

MILANO - Milva, la grande cantante italiana scomparsa all'età di 81 anni, «non è morta per Covid, ma di una malattia neurologica e degenerativa che non era però Alzheimer. Una patologia forse legata alla vita intensa e ricca d'impegni e sfide artistiche continue, a una specie di stanchezza antica e profonda».

A dichiararlo è la figlia Martina Corgnati, in un'intervista a Mario Luzzatto Fegiz sul Corriere della Sera. «Nonostante i numerosi problemi di varia natura riusciva comunque a capire e a gioire» spiega colei che le è stata accanto nei lunghi anni della malattia. Martina ricorda la madre come una donna «esigente prima di tutto con se stessa. Temeva la mediocrità e la superficialità». La paura la tormentava: «Temeva sempre di non essere all’altezza del ruolo».

Come artista, invece, «le piaceva mettersi alla prova. Le collaborazioni sono spesso partite, e coltivate, da lei. Nel musical "Angeli in bandiera" con Gino Bramieri vestiva i panni di una prostituta (Bramieri era lo sfruttatore); molto prima nella Cantata di un mostro lusitano (sul colonialismo in Angola) lei si metteva alla prova».

Inevitabile il confronto con Mina: «Erano entrambe dotate di grande vocalità. Mina è insuperabile qualunque cosa canti; la mia mamma era più... camaleontica. Le veniva spontaneo entrare nel personaggio. Eccelleva in tutti i ruoli grazie alla sua curiosità. Una crescita favorita anche dalla collaborazione con mio padre, Maurizio Corgnati».

NOTIZIE PIÙ LETTE