SSS
SSS - Scuole Specializzate Superiori
13.05.2021 - 08:000

Scuola e formazione, un'equazione vincente

Intervista a Nicolas Brunetti, attivo professionalmente e studente alla SSST di Bellinzona

“Progettiamo il domani”, si legge all’entrata del Centro professionale tecnico (CPT) di Bellinzona. Un’affermazione ambiziosa, apparsa qualche anno fa in occasione dei cento anni della Scuola d’arti e mestieri (SAM), uno degli istituti scolastici presenti al CPT con la Scuola professionale artigianale e industriale (SPAI) e la Scuola specializzata superiore tecnica (SSST). Inaugurata nel 1977, la SSST ha rilasciato negli anni 666 diplomi. Oggi accoglie 120 studenti e propone tre indirizzi di studio: costruzioni meccaniche, elettrotecnica e processi aziendali. Attualmente in formazione e al contempo impiegato professionalmente, per Nicolas Brunetti l’affermazione “Progettiamo il domani” è stata sinonimo di carriera professionale e scolastica di successo. Insomma, un’equazione vincente sotto tutti i punti di vista.

«Finito l’apprendistato non avrei mai pensato di iniziare un’altra formazione. Eppure dopo un paio d’anni nel mondo del lavoro mi sono reso conto che se volevo dare una svolta alla mia routine rendendo il mio lavoro più interessante e ampliare le mie opportunità sia professionali che private, avrei dovuto investire su di me», ci dice Nicolas Brunetti.

Una decisione coraggiosa e allo stesso tempo stimolante.
«Sì. La prima decisione non è stata facile. Si trattava infatti di mollare tutto e partire».

Destinazione...
«Australia. Un altro mondo. Ma ciò mi ha permesso, oltre che di crescere personalmente e allargare le mie vedute, di migliorare il mio inglese».

Poi il ritorno a casa, in Ticino.
«È stato in quel momento che ho deciso di iniziare la mia formazione presso la SSST a Bellinzona, nel settore meccanico. È un impegno non da nulla. Questa sfida, che è quasi giunta al termine, è stata oltremodo impegnativa, poiché ho deciso di frequentare la scuola parallelamente al lavoro. Ciò significa che ho dovuto rinunciare a parecchio tempo libero, perché oltre alla normale settimana lavorativa, ho dovuto aggiungere il tempo per frequentare le lezioni e anche il tempo per lo studio, così da ridurre al minimo il tempo per lo svago».

Mai un tentennamento? Mai quel dirsi “ma chi me lo ha fatto fare?”
«Ammetto che ci sono stati diversi momenti difficili, soprattutto quando sei reduce da settimane lavorative molto impegnative e, al posto di dedicare tempo ai tuoi hobby o semplicemente al riposo, ti ritrovi ancora a dover andare a scuola il venerdì pomeriggio ed il sabato mattina. Ma i sacrifici stanno dando i loro frutti». 

Di che cosa si occupa a livello professionale?
«Per lavoro mi occupo principalmente della progettazione meccanica di macchinari industriali, sono impiegato nell’area “ricerca e sviluppo” di un’importante azienda ticinese. Qui ho potuto applicare praticamente parte dei concetti appresi nel corso della formazione scolastica aumentando la fiducia in me stesso e rendendomi più indipendente, questi sono gli stimoli che mi hanno permesso di portare avanti gli studi. Anche dal punto di vista aziendale vedo che le conoscenze acquisite e il diploma che andrò ad ottenere sono riconosciuti, la fiducia nei miei confronti sui progetti che faccio e che seguo è aumentata, sia da parte dei colleghi che dei capi».

Senza dimenticare, a livello di curriculum, i vantaggi di una scuola in ambito terziario come la SSST.
«La SSST mi sta permettendo, oltre a migliorare la qualità del mio lavoro, di ottenere un diploma federale di scuola specializzata superiore che mi aprirà a breve molte opportunità come, ad esempio, la possibilità di lavorare come quadro intermedio, la possibilità di possedere un diploma riconosciuto a livello europeo e la possibilità di diventare più competitivo sul mercato del lavoro; il tutto mantenendo la mia indipendenza economica ed il mio posto di lavoro».

Che cosa ha appreso, in particolare?
«In questi anni di formazione mi sono approcciato alle conoscenze ingegneristiche di base, a un sapere in meccanica più approfondito e ho acquisito competenze nel campo della gestione aziendale, della comunicazione e molto altro».

Consiglieresti ad altri questa scuola?
«Consiglierei la scuola a chi ha un minimo di ambizioni professionali, curiosità nel settore e che sia disposto a fare dei sacrifici, perché seppur non trovo sia stata una scuola estremamente difficile, la difficolta maggiore è stata riuscire a conciliare tutto il resto (vita, affetti, tempo libero) con la formazione e la scuola».

E il dopo?
«Dopo l’ottenimento del diploma cercherò di restituire agli affetti il tempo “rubato” loro durante gli studi. Poi l’idea è di sfruttare le mie capacità e il diploma appena ottenuto per migliorare la mia situazione lavorativa, cercando di muovermi sempre in direzioni stimolanti, con la speranza di continuare ad andare a lavorare per piacere e non per dovere».

Come dire: “progettiamo il domani”. Una scritta forse voluta come augurio o profezia, ma che per Nicolas Brunetti e 665 altre persone in formazione, si è rivelata una piacevole sentenza.

 

Scuola: Scuola Specializzata Superiore tecnica del Centro Professionale tecnico di Bellinzona

Luogo: Bellinzona

Formazioni tecnica/o dipl. SSS in processi aziendali, tecnica/o dipl. SSS in costruzioni meccaniche, tecnica/o dipl. SSS in elettrotecnica

Per maggiori informazioni e moduli d’iscrizione: http://www.ssst.ti.ch 

Tel     +41 91 814 53 11

decs-cpt.bellinzona@edu.ti.ch 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 03:54:05 | 91.208.130.86