Segnala alla redazione
EDILO
06.05.2019 - 08:000

Non sparate sul pianista!

“Parola all'esperto immobiliare”, uno spazio dove incontriamo Nathalie Mage (Suisse immo solutions SA), esperta nella comunicazione e vendita, con un occhio di riguardo al web

 

LUGANO - Mi è appena successa una cosa deplorevole con un cliente... Te la racconto: dopo anni che questo signore non riesce a vendere la Sua proprietà nonostante avesse incaricato alcuni colleghi, mi contatta e mi chiede di occuparmene perché mi reputa competente.

Mi rivolge una richiesta di aiuto e io non me la sento di non darglielo, nonostante la mia regola sia di lavorare solo con il mandato in esclusiva (conosci i miei motivi dai miei articoli precedenti). Non transigo mai su questo punto ma questa volta sono andata contro la mia politica lavorativa in nome dell'aiuto :-)

Il prezzo dell'abitazione era davvero troppo elevato per il mercato attuale; la casa aveva necessità di rinnovazione e altri parametri andavano valutati. Con molta pazienza, circa un anno di lavoro e costante analisi del mercato, riesco a far comprendere al proprietario il prezzo corretto di vendita.
Chiaramente anche i colleghi usufruiscono di questo mio lavoro... loro non hanno mai parlato di questo argomento con il proprietario, a suo dire, e infatti la casa era ancora lì...

Durante il mio mandato faccio una quindicina di visite alla casa, poi un mio cliente qualificato riserva l'oggetto per iscritto versando una caparra riservatoria. Questa riservazione viene poi controfirmata dal proprietario, dopo una negoziazione accordata tra le parti.
La sera prima di riservare, sapendo già le intenzione dell'acquirente, mi chiama un'altra persona che aveva visto un mio annuncio pubblicitario della casa. Per essere corretta le segnalo che stavo per riservare l'indomani e che l'avrei avvisato appena la cosa fosse conclusa oppure no.

Chiedo a questa persona di mandarmi un sms con il suo nome e le sue coordinate così che io possa rintracciarla in un secondo momento perché stavo guidando. Il giorno dopo riservo la casa e provo a chiamare questa persona per avvisarla come d'accordo. Non mi risponde. E cosi per alcuni giorni.
Ho capito successivamente il perché: aveva contattato una delle altre agenzie e anche visitato la casa! Me lo dice lo stesso proprietario di persona e gli segnalo l'sms che questo cliente mi aveva mandato per fargli vedere che era venuto a conoscenza dell'immobile grazie al mio annuncio.

Conclusione: il proprietario ha venduto la sua proprietà a questa persona con l'altra agenzia che ha goduto del mio lavoro sia sul prezzo ribassato della casa che sulla pubblicità che ha attratto il cliente.

Il proprietario mi ha avvisato solo per email e non ha avuto il coraggio di parlare con me di persona, né mi ha ringraziato per il mio lavoro né proposto uno scambio. Peccato, mi era simpatico.
Morale della storia: non sparate sul consulente immobiliare senza prima conoscerlo! Anche i proprietari possono essere... diciamo... poco professionali :-)

Il Cliente è il visitatore più importante nel nostro ufficio. Non interrompe il nostro lavoro ma ne è lo scopo.
Non è un estraneo nel nostro business ma ne è la parte essenziale!

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-24 11:49:37 | 91.208.130.86