mobile report Segnala alla redazione
EDILO
25.10.2018 - 10:150

Trucchi e consigli per proteggere il prato in inverno

Ci risiamo... la fine del periodo dedicato al giardinaggio

 

Ci risiamo... la fine del periodo dedicato al giardinaggio. Ma prima di mettere definitivamente via i vostri attrezzi da giardino, vi chiedo di pazientare ancora un momento, perché credetemi, ne varrà la pena e farà la differenza per quel che concerne la salute e l’aspetto del vostro prato in primavera.

 I benefici di tagli regolari in questo periodo dell’anno

Mentre me ne sto qui seduto a scrivere questo articolo, sento attraverso la finestra aperta che le temperature notturne stanno scendendo, ma se consideriamo che questo mese le temperature diurne sono state superiori alla media, e ci aggiungiamo il fatto che novembre in questa parte del globo segue questa tendenza... allora possiamo concludere che questo è il momento ideale per rinforzare il vostro prato in vista della primavera con dei tagli regolari.

Per coloro tra voi che hanno effettuato lavori importanti come la scarificatura, il carotaggio e la risemina annuale questo potrebbe essere ancora più importante, perché grazie ai tagli a frequenza regolare, i germogli che ancora devono riempire bene il vostro prato riusciranno a farlo in tempo.

Oltre ai benefici dei tagli regolari in autunno, chi di voi ha delle piante (o alberi) in giardino può sfruttare il momento di taglio del prato per raccogliere le foglie che potrebbero essere cadute sul prato. Naturalmente, nel caso in cui le foglie cadute fossero davvero tante, il consiglio è quello di raggrupparle prima con un rastrello, e assicurarsi che le lame dei vostri tagliaerba siano ben affilate. Questo controllo sarà utile anche in primavera, quando bisognerà ricominciare a tagliare l’erba con una certa frequenza.

 

La lama di un tagliaerba prima e dopo l’affilatura. È fondamentale che le lame siano ben affilate durante tutto il periodo di utilizzo

Come prevenire le malattie tipiche di questo periodo

Un’altra cosa da prevedere è il periodo di stress invernale, che potrebbe portare anche delle malattie per il vostro prato. Se avete intenzione di rigenerare il prato in primavera questo potrebbe non rappresentare un problema, ma è utile sapere che per aiutare il vostro prato a superare meglio il periodo invernale, per favorire una crescita il più presto possibile in primavera e per irrobustire l’erba prima dell’abbassamento delle temperature, mi sento di raccomandare l’utilizzo di un fertilizzante specifico e di qualità per questo periodo.

 

L’investimento in un prodotto fertilizzante specifico per il periodo autunnale può pagare degli ottimi dividendi in termini di salute e aspetto del vostro prato.

Per quel che concerne le malattie tipiche di questo periodo, quelle a cui penso sono il ‘Microdochium nivale’ e il ‘Fusarium’, altrimenti detta ‘Muffa delle nevi’. Questa mi preoccupa soprattutto quando penso ai clienti con cui abbiamo affrontato lavori di rinnovamento il mese scorso. Il consiglio migliore che posso darvi per quanto riguarda queste malattie è di restare vigili e attenti ai segnali visibili sul prato. In particolare prestate attenzione a eventuali macchie, inizialmente di colore arancione o marrone, che col tempo si ingrandiscono e cambiano colore diventando rosa oppure grigie.

Nonostante queste due malattie siano spesso associate al fatto che il prato resta coperto dalla neve, possono svilupparsi già nel momento in cui le temperature diurne si abbassano al di sotto dei 20°, e di conseguenza è possibile che si sviluppino già ad inizio autunno, fino a inizio o addirittura metà primavera se le temperature rimangono basse.

Se desiderate proteggere il vostro prato da queste malattie, potreste considerare l’utilizzo di un fungicida ad azione preventiva in base alle previsioni di nevicate, dal momento che queste malattie trovano maggiore facilità di sviluppo nell’erba coperta dalla neve (da qui il nome ‘Muffa delle nevi’).

 

La “muffa delle nevi” (in alto è visibile la presenza di Fungal Hyphae dopo lo scioglimento della neve, in basso a destra lo stadio di sviluppo della muffa delle nevi, in basso a sinistra la muffa ha ormai arrecato un danno esteso a un campo di golf.

Ricordo inoltre che il taglio regolare del prato fino al momento in cui questo smetterà di crescere aiuterà in maniera significativa a contrastare lo sviluppo di queste malattie, che nascono più facilmente sull’erba lunga, umida e schiacciata.

I fertilizzanti specifici per questo periodo: alleati preziosi

Un altro metodo efficace per contrastare le malattie invernali è l’utilizzo di un fertilizzante a base di ferro che, oltre a mantenere un prato in salute, aiuta a indurire il feltro erboso, che è lo strato in cui risiedono le spore di alcuni malattie quando la temperatura non favorisce il loro sviluppo.

Inoltre, i fertilizzanti a base di ferro ridurranno lo sviluppo di muschio nei vostri prati, specie in aree umide e ombreggiate. Molti di voi lo sapranno già a causa delle battaglia continua con questo indesiderato ospite.

Ecco alcuni semplici consigli che sono sicuro vi aiuteranno nei vostri sforzi dedicati al giardino, non solo per questo autunno e per questo inverno, ma per molti anni a venire.

Con la speranza di essere stato d’aiuto,
Steven Bowman, Prati Inglesi

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-14 12:55:10 | 91.208.130.86