Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE Dentro l'economia
DENTRO L'ECONOMIA
1 gior
Opposizione al trasferimento aziendale: una disdetta contrattuale?
Nell’area soci del sito Cc-Ti è possibile consultare e scaricare articoli e pratiche schede di natura giuridica su differenti tematiche (diritto del lavoro, diritto commerciale, accordi bilaterali, ecc.),
CANTONE
1 sett
L'economia ticinese sta bene
È quanto emerge dall'inchiesta congiunturale condotta presso i soci della Cc-Ti. Da notare una flessione degli investimenti effettuati e previsti per nel 2020
DENTRO L'ECONOMIA
1 sett
L’artigianato digitale tra innovazione e tradizione
L’evoluzione della Swissness nell’artigianato. Dalla fusione tra creatività, abilità manuale e nuove tecnologie nasce l’artigianato digitale. Ne parliamo con Andrea Gehri, Direttore Gehri Rivestimenti
DENTRO L'ECONOMIA
1 sett
Narrare il business
Non si tratta di narrare una favola. Raccontare delle storie per vendere, fare pubblicità e consolidare l’immagine di un servizio o un prodotto è una tendenza già in uso nel mondo della comunicazione
DENTRO L'ECONOMIA
2 sett
Il nostro Servizio giuridico per le aziende associate
Tra i differenti servizi che la Cc-Ti propone ai propri associati, quello giuridico offre alle aziende affiliate l’opportunità di usufruire di una assistenza puntuale su temi di natura giuridica
DENTRO L'ECONOMIA
2 sett
Prodotti svizzeri e investimenti stranieri: quale equilibrio?
Quando si parla di “Swissness“ o “Swiss Made“ inevitabilmente si pensa soprattutto ai prodotti elvetici conosciuti in tutto il mondo e che sono garanti di qualità
DENTRO L'ECONOMIA
2 sett
Cc-Ti 2019: obiettivo centrato!
Fotografia delle attività della nostra associazione raccolte in un’interessante e inedita infografica. Un viaggio nella nostra realtà con cifre particolari e curiose
DENTRO L'ECONOMIA
24.05.2019 - 07:000

Fra eccellenze e scetticismo

L’opinione di Luca Albertoni, Direttore Cc-Ti, sulle possibilità di sviluppo del Ticino e i freni che, a volte, vengono posti a diversi livelli

Qualche tempo fa mi è capitato di vedere una vignetta raffigurante le tre celebri scimmiette del “non vedo, non sento, non parlo”, ma con le espressioni “non leggo, non capisco, ma commento”.

Tendenza ormai purtroppo diffusissima a tutti i livelli e di cui abbiamo avuto una dimostrazione eclatante qualche settimana fa con la presentazione della seconda edizione dello studio di BAK Economicssull’evoluzione dell’economia ticinese.

Comprendo che parlare delle tante eccellenze ticinesi a taluni possa dare fastidio, ma rifiutare a prescindere ogni discussione è irresponsabile. Come abbiamo sottolineato centinaia di volte, evidenziare i nostri punti di forza non significa ignorare le situazioni che necessitano dei correttivi. Ma questo apparentemente non interessa e impressionante è stata la corsa quasi generalizzata a relativizzare (nella migliore delle ipotesi).

Non sono mancati tempestivi interventi di “esperti” (o ritenuti tali) che non hanno nemmeno letto lo studio completo (pubblicato dopo che essi avevano già rilasciato interviste…) né i documenti riassuntivi di accompagnamento.

Ci hanno messo in bocca toni trionfalistici che non abbiamo mai usato (mutuando invece un titolo inventato da un portale Internet), affermazioni apparentemente avventate su taluni settori ma mai espresse né in forma scritta né in forma orale, per terminare con le ridicole accuse di complotti a fini elettorali. Dimenticando che da dieci anni presentiamo l’inchiesta congiunturale che ha un taglio in parte analogo allo studio di BAK Economics e che lo stesso, come già detto, è stato presentato pure nel marzo 2018 e lo sarà anche nel 2020.
Situazione molto triste ma che apparentemente alle nostre latitudini è diventata la normalità, purtroppo. E che malauguratamente ha completamente cancellato tutto l’approfondimento sull’innovazione in Ticino, elemento essenziale per lo sviluppo del cantone.

Peccato, un’ulteriore occasione persa per impostare un dibattito costruttivo e affrontare con cognizione di causa e reale volontà di risolvere alcuni delle situazioni che si ritengono problematiche nel contesto economico e sociale cantonale. Questo non ci distoglierà
comunque minimamente dal continuare a mettere sul tavolo tutti gli elementi che caratterizzano la nostra economia.

 

Articolo a cura della CC-Ti 

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-23 05:55:39 | 91.208.130.89