Immobili
Veicoli
In Giappone un robot riparerà le linee elettriche delle ferrovie

GIAPPONEIn Giappone un robot riparerà le linee elettriche delle ferrovie

16.05.22 - 08:00
Un robot pilotato da remoto grazie a un visore per la realtà virtuale aggiusterà le reti ferroviarie meno accessibili
AvanTi
GIAPPONE
16.05.22 - 08:00
In Giappone un robot riparerà le linee elettriche delle ferrovie
Un robot pilotato da remoto grazie a un visore per la realtà virtuale aggiusterà le reti ferroviarie meno accessibili

La West Japan Rail Company (nota anche come JR West), uno dei principali operatori ferroviari giapponesi, in collaborazione con Nippon Signal e Human Machinery co. ha realizzato un robot umanoide da impiegare per le riparazioni delle linee elettriche ferroviarie. Si tratta attualmente di un prototipo non ancora in commercio, ma il robot possiede enormi potenzialità per intervenire nelle aree meno accessibili della linea elettrica.
Nello specifico, la macchina si può considerare un robot di servizio, in quanto designata a supportare i lavoratori nelle mansioni più noiose, ripetitive o, come in questo caso, pericolose.
Come sostenuto dalla stessa azienda, infatti, l’idea alla base del progetto è quella di “migliorare la produttività e la sicurezza”, permettendo ai lavoratori umani di svolgere le proprie mansioni senza esporli a rischio di scosse elettriche o altri incidenti.
La società, in sostanza, ha realizzato una sorta di busto meccanico che viene poi installato sul braccio idraulico di una gru, che gira intorno al sistema di binari su un vagone appositamente rinforzato, capace di sollevare il robot fino a circa 10 metri. Una delle caratteristiche più interessanti di questa innovativa macchina è che verrà pilotata da un essere umano in carne e ossa completamente da remoto grazie all’uso della tecnologia di realtà virtuale. La testa, infatti, ospita al suo interno delle telecamere “stereo vision” che trasmettono le immagini in tempo reale.
I sensori del visore consentono in maniera naturale di muovere la visuale liberamente, semplificando la gestione del robot. Infine, vi sono anche i controller per le braccia che si muovono in parallelo con i movimenti del pilota. In quest’ultimo caso, un altro aspetto molto importante è che se una forza esterna agisce sui movimenti delle braccia robotiche, questa si riflette anche sul controller in modo da garantire un feedback immediato al pilota su ciò che sta accadendo.
Per il momento, come sottolineato dalla JR West, il robot è solo un prototipo e non sarà messo totalmente in funzione almeno fino al 2024. Tuttavia, le potenzialità di questa macchina sembrano essere davvero molto promettenti. In effetti, nonostante sia stato pensato per l’industria ferroviaria, è molto probabile che, una volta disponibile in commercio, altri mercati potrebbero essere interessati a questo tipo di dispositivo capace di supportare i lavoratori umani nel sollevare e manipolare attrezzature pesanti evitando pericolosi incidenti.

ULTIME NOTIZIE AVANTI