Immobili
Veicoli
AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
CINA
3 gior
Una futuristica auto volante che va anche su strada
Xpeng ha presentato il concept di un’avveniristica supercar elettrica in grado sia di volare che di circolare su strada
STATI UNITI
5 gior
Stampare in 3D con materiali viventi
Creato un inchiostro microbico per la stampa 3D che ha caratteristiche funzionali e programmabili
ZURIGO
1 sett
Estrarre carburante sostenibile dall’aria grazie all’energia solare
I ricercatori del Politecnico di Zurigo hanno prodotto carburante a impatto zero a partire dall’aria e dalla luce solare
AvanTI
1 sett
Starlab, una nuova stazione spaziale privata in orbita entro il 2027
Presentato il progetto di una stazione spaziale concepita per essere una destinazione turistica e un centro di ricerca.
AvanTI
1 sett
L’ESA al lavoro sul “gemello digitale” della Terra
Il programma Digital Twin Earth permetterà di monitorare gli effetti del cambiamento climatico prevedendone l’evoluzione
AvanTI
2 sett
Microreattori nucleari per sostituire i generatori a diesel
La società americana Radiant sta sviluppando un microreattore nucleare compatto, portatile e a basso costo.
AvanTI
2 sett
Il futuro dei computer sono gli switch ottici
Creato un nuovo interruttore ottico che è fino a 1.000 volte più veloce dei tradizionali transistor al silicio.
AvanTI
3 sett
Il James Webb Space Telescope è in viaggio
Il telescopio spaziale più grande e potente mai creato guarderà indietro nel tempo per studiare le origini dell’universo
STATI UNITI
3 sett
Il riscaldamento istantaneo come metodo efficiente di riciclo dei rifiuti elettronici
Scosse elettriche ad alte temperature consentono di recuperare i metalli preziosi contenuti nei rifiuti elettronici
AvanTI
10.01.2022 - 08:000
Aggiornamento : 17:45

Il primo robot umanoide in grado di volare

iRonCub dell’IIT potrà raggiungere i luoghi più difficili e salvare vite umane nei disastri naturali.

I ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) hanno sviluppato un robot umanoide che è in grado di volare. Il robot si chiama iRonCub ed è stato pensato per operare in aree impervie e pericolose o colpite da disastri naturali. L’automa potrebbe così rivelarsi un aiuto fondamentale per i soccorsi in zone dove l’uomo fatica ad arrivare.

Il progetto dell'IIT va avanti dal 2019 e si è concentrato sui robot umanoidi, in particolare su quella branca della robotica che aggiunge la componente di volo agli automi. In questo modo si è tentato di risolvere il problema della locomozione su terra, che pone ancora dei grossi limiti nonostante le tecnologie utilizzate, mantenendo però intatta la capacità di manipolare oggetti e interagire con l’ambiente. Lo svantaggio principale riguarda il consumo di energia, molto maggiore rispetto ai robot terrestri, ma dall’altro lato gli spostamenti sono più facili e veloci e i soccorsi più immediati.

“I Robot Umanoidi Aerei uniscono capacità come la manipolazione aerea e la robotica umanoide. In questo modo, essi risolvono i problemi di locomozione terrestre dei robot aerei e, al contempo, estendono le capacità di locomozione dei robot umanoidi anche al movimento in aria. I Robot Aerei Umanoidi possono camminare, volare, trasportare oggetti e manipolarli, offrendo soluzioni energeticamente efficienti al trasporto di oggetti e alla loro manipolazione”, ha dichiarato Daniele Pucci, a capo del team di ricercatori dell’IIT.

iRonCub è in grado di volare grazie a quattro motori a reazione studiati appositamente, viene comandato a distanza ed è capace di riprodurre in tempo reale i gesti richiesti dall’operatore. Il robot presenta tutti i vantaggi sia dei droni aerei che dei robot umanoidi. In situazioni estreme come disastri post-terremoto o alluvioni, infatti, l’automa può raggiungere ogni luogo velocemente evitando ostacoli come frane, alberi caduti o macerie, semplicemente sorvolandoli, e può svolgere azioni di soccorso tipicamente umane.

Il robot è l’evoluzione della versione base iCub, il gioiello dell’IIT usato per testare svariati algoritmi di IA volti alla collaborazione uomo-macchina nell’ambito della robotica, con l’obiettivo ultimo di produrre automi in grado di imparare e adattarsi continuamente. iCub è dotato di diverse videocamere, microfoni, sensori di forza, giroscopio, accelerometro e degli encoder in corrispondenza di ogni giuntura. Il robot è alto 104 cm, pesa 22 kg, può muoversi sia su due che su quattro gambe e può sedersi e rialzarsi senza problemi. Inoltre, è ricoperto da una “pelle” particolare che gli consente di interagire in tutta sicurezza con l’ambiente circostante.

Secondo i ricercatori, questo tipo di robot potrebbe anche essere una base per i futuri esoscheletri degli esseri umani, cioè per quelle tecnologie indossabili che permettono, ad esempio, di aumentare la forza o far volare le persone. Ad ogni modo, gli stessi ricercatori ammettono che bisogna superare prima diversi ostacoli e che c’è ancora molto lavoro da fare, ma iRonCub rappresenta sicuramente un punto di inizio davvero interessante.

AvanTi
Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 08:23:51 | 91.208.130.89