RoBee, il robot umanoide made in Italy

ITALIARoBee, il robot umanoide made in Italy

25.10.21 - 08:00
L’automa è stato progettato da Oversonic Robotics per l’uso in ambito industriale ma anche nell’assistenza sanitaria
AvanTi
RoBee, il robot umanoide made in Italy
L’automa è stato progettato da Oversonic Robotics per l’uso in ambito industriale ma anche nell’assistenza sanitaria

L’azienda italiana Oversonic Robotics ha realizzato un robot umanoide per affiancare e supportare l’uomo nei lavori più gravosi e ripetitivi o in condizioni rischiose a livello sanitario. Il robot si chiama RoBee ed è dotato di un sistema di intelligenza artificiale che, secondo gli ideatori, gli permette di capire, apprendere e comprendere le reazioni di chi si trova davanti. RoBee è alto 1,70 metri e ha un peso compreso tra 65 e 75 kg, a seconda della configurazione di utilizzo. Si tratta di un robot che replica a livello estetico e operativo la struttura meccanica del corpo umano, con 40 giunti mobili e un set completo di telecamere e sensori che gli permettono di vedere e muoversi autonomamente, oltre che agevolmente, negli spazi circostanti, anche se sono affollati. Proprio come un essere umano, l’automa è dotato di braccia e dispositivi di presa, cioè di mani e pinze meccaniche che gli consentono di eseguire in maniera efficace semplici gesti come indicare, contare, o afferrare degli oggetti. Grazie all’intelligenza artificiale, poi, può riconoscere le persone e lo stato d’animo in cui si trovano e può avere un’interazione linguistica con queste in maniera autonoma.
Il robot funziona attraverso una batteria che offre un’autonomia di otto ore. Il suo sistema è gestito da tre potenti computer che condividono il carico dei calcoli collaborando anche come sistemi ridondati di sicurezza. Un ecosistema in cloud fornisce le interfacce di controllo e consente di monitorare gli aggiornamenti in tempo reale sul livello di utilizzo di ogni componente, riducendo così in maniera drastica i fermi macchina e i possibili malfunzionamenti. Si tratta, insomma, di una macchina efficiente e interconnessa. Più robot, infatti, possono collaborare tra loro e collaborare per eseguire un compito comune.
«Di robot umanoidi se ne parla molto. Noi non vogliamo solo parlarne ma far vedere qualcosa di concreto. Per questo unendo l’innovazione alla intelligenza artificiale ed emotiva all’utilità sociale nasce RoBee. Accettiamo l’idea di non fare robot belli come nei film ma vogliamo essere concreti», ha affermato Paolo Denti, amministratore delegato di Oversonic Robotics. «Abbiamo impiegato il 2020 per la fase prototipale sia dal punto di vista meccanico che elettronico e informatico, nel 2021 stiamo facendo dei test concreti in aziende partner per finalizzare il percorso di messa a norma. Nel contesto industriale il robot può ricoprire ruoli logoranti. Stiamo lavorando anche in ambito medico sfruttando soprattutto la parte cognitiva dell’umanoide con due funzionalità: il monitoraggio dei pazienti e il supporto in ambito terapeutico e riabilitativo».
Frutto di tre anni di lavoro e sperimentazione, RoBee è fra i primissimi esemplari di automa made in Italy di una nuova era della robotica compatibile con la produzione di massa. Il robot, infatti, dovrebbe arrivare ufficialmente sul mercato a partire dal 2022 a un prezzo iniziale di acquisto di 120 mila euro, con una fee annuale di gestione di 20 mila euro.

NOTIZIE PIÙ LETTE