Segnala alla redazione
AVANTI
01.09.2019 - 12:060
Aggiornamento : 03.09.2019 - 11:37

L’Intelligenza Artificiale in grado di ritoccare le foto con cambiamenti impercettibili

Sviluppata un’Intelligenza Artificiale addestrata a riempire talmente bene gli spazi vuoti nelle foto che nemmeno un esperto se ne accorgerebbe

 

Una nuova tecnica messa a punto dall’Università Sun Yat-sen di Guangzhou in Cina, in collaborazione con il laboratorio di ricerca Microsoft di Pechino, potrebbe avere risvolti impressionanti nel mondo della grafica computerizzata.
Gli scienziati hanno infatti sviluppato un’Intelligenza Artificiale capace di riempire con precisione aree vuote in un’immagine, sia che si tratti di un volto mancante in una foto, sia che si tratti di un edificio senza determinati elementi architettonici.
Tale tecnica è stata ribattezzata “reintegrazione” e adopera la tecnologia di deep learning (apprendimento profondo) per riempire gli spazi, ovvero copiando pezzetti di immagine presenti sulla foto, oppure generando nuove aree che si integrano in maniera del tutto convincente. Nel documento ufficiale pubblicato su ArXiv, i ricercatori spiegano che tale strumento, a cui fanno riferimento con l’acronimo PEN-Net (Network Encoder a contesto piramidale), apprende molto rapidamente ed è facile da usare.
Uno dei principali autori del progetto, Yanhong Zeng, ha affermato che questo modello «colma le regioni mancanti a tutti i livelli, sulla base di un meccanismo di analisi degli strati incrociati, in modo che la nuova trama sia coerente sia all’apparenza che nella struttura». Questa non è la prima volta che i ricercatori sviluppano strumenti simili che servono per lo stesso scopo, ha sottolineato Zeng. Tuttavia, la peculiarità di PEN-Net è quella di riempire i vuoti in maniera estremamente realistica ed efficace.
Ci si potrebbe domandare a cosa potrebbe servire uno strumento simile. Sicuramente a molti scopi. Ad esempio restaurare vecchie foto rovinate, in primis quelle presenti negli archivi storici di tutto il mondo. Inoltre, può essere utile per sovrapporre elementi immaginari a contesti reali, rimediare a parti danneggiate di un’immagine e molto altro ancora.

Guarda le 3 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:34:12 | 91.208.130.85