SEGNALACI mobile report
focus
IL CONSIGLIO
08.01.2018 - 15:070

Come viaggiare con il gatto

Abituare sin da cucciolo il micio al trasportino è il segreto

 

Il gatto è un animale che non ama discostarsi dalle proprie abitudini, il che lo porta a non amare particolarmente i viaggi. Chi possiede un micio, però, sa che non sempre può lasciarlo da solo a casa, affidandolo magari alle cure saltuarie di un conoscente o un vicino. Dunque se si è costretti a viaggiare con un gatto, meglio attrezzarsi in maniera adeguata.

Strumento che non può mancare per viaggiare con un micio è il trasportino, solitamente sul mercato in due versioni: quella totalmente aperta, ovvero con rete trasparente su tutti e quattro i lati, che consente al gatto di guardarsi attorno e che è indicata soprattutto per gli animali che non si spaventano facilmente, abituati alla confusione; quella chiusa su tre lati, con la sola porticina che si apre, più indicata per i gatti che hanno bisogno di protezione. Qualche giorno prima di partire, abituate il gatto al trasportino, magari mettendovi dentro dei croccantini, dei giochi oppure delle vostre vecchie coperte o dei maglioni. Se lo abituate da piccolo, magari con viaggetti brevi, uscire con il trasportino non rappresenterà un trauma.

Durante il viaggio, piazzate un pantalone per cuccioli sul fondo del trasportino e se il gatto si sporca, sistematevi in un luogo chiuso per pulirlo utilizzando magari delle apposite salviettine. Se viaggiate in auto, procuratevi un telo o un plaid con cui coprire il trasportino e isolare il gatto da rumori e dalla vista di altre persone, due elementi che potrebbero disturbarlo. Sistematelo sul sedile posteriore, agganciandolo ovviamente con le cinture di sicurezza. 

 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-21 22:09:00 | 91.208.130.86