keystone
RUSSIA
09.02.2018 - 14:170

Minavano bitcoin, fermati i dipendenti di un centro di ricerca

Nei loro confronti è stato aperto un procedimento penale

SAROV - Alcuni impiegati del Centro di Ricerca di Fisica Sperimentale (parte della Rosatom, colosso atomico russo) sono stati fermati con l'accusa di aver tentato di utilizzare i supercomputer del centro per "minare" criptovalute.

Lo fa sapere la portavoce del centro, che si trova nella città chiusa di Sarov, regione di Nizhny Novogord.

L'istituto è uno dei centri d'avanguardia della Russia per la produzione di munizioni nucleari. Nel marzo del 2011 presso il centro è stato inaugurato un supercomputer da 1 petaflops (all'epoca il 12esimo calcolatore più potente al mondo). Contro gli impiegati è stato aperto un procedimento penale. Lo riporta RBK.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Tags
centro
ricerca
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-02-25 16:10:24 | 91.208.130.86