Immobili
Veicoli

SVIZZERAIl supplemento per il clima non piace per niente ai viaggiatori aerei svizzeri

23.02.22 - 14:40
In pochissimi accettano di pagare la “tassa di compensazione per le emissioni”, ne parla uno studio recente
20minuten
Fonte Ats
Il supplemento per il clima non piace per niente ai viaggiatori aerei svizzeri
In pochissimi accettano di pagare la “tassa di compensazione per le emissioni”, ne parla uno studio recente

BERNA - Solo il 4% degli spostamenti in aereo vengono compensati da un punto di vista climatico. I viaggiatori sono poco disposti a compensare le loro emissioni di gas a effetto serra, secondo uno studio bernese basato su oltre 63'000 prenotazioni.

Il risultato della ricerca mostra che è «insufficiente puntare su misure volontarie per tentare di raggiungere gli obiettivi di protezione del clima», ha detto Sebastian Berger, co-autore dello studio dell'Istituto di sociologia dell'Università di Berna, citato in un comunicato odierno.

Il traffico aereo internazionale è responsabile del 2,8% delle emissioni di gas a effetto serra a livello mondiale. In collaborazione con la compagnia Swiss, i ricercatori hanno analizzato 63'250 prenotazioni effettuate fra agosto 2019 e ottobre 2020.

Dai dati emerge che solo nel 4% dei casi è stato scelto di pagare un supplemento per una compensazione climatica. La media di questo pagamento volontario è di un franco per tonnellata di CO2 emessa, hanno calcolato i ricercatori.

La disponibilità dei passeggeri a pagare volontariamente per ridurre l'impronta carbone in questo settore è quindi "vicina allo zero", sottolineano gli autori. Uno studio complementare ha mostrato che le persone che hanno domandato un pasto vegetariano a bordo si sono rivelate anche le più propense a compensare volontariamente le emissioni.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA