KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (MELANIE DUCHENE)
SVIZZERA
02.05.2019 - 08:010
Aggiornamento : 11:22

Swisscom: nel primo trimestre il fatturato è in lieve calo

Malgrado «l'agguerrita concorrenza» l'utile netto è in crescita a 2,86 miliardi di franchi

ZURIGO - Fatturato in leggero calo nei primi tre mesi dell'anno per Swisscom. In un contesto di mercato definito difficile e, secondo la società, segnato da un'accesa concorrenza, il gruppo che domina il mercato telecom elvetico ha visto tuttavia aumentato l'utile netto. Si contrae per contro l'occupazione.

Stando ai dati diffusi oggi, rispetto all'anno precedente fra gennaio e marzo il giro d'affari netto ha subito una contrazione dello 0,9%, a 2,86 miliardi di franchi. Il risultato operativo a livello Ebitda è invece aumentato del 5,8% a 1,12 miliardi, mentre l'utile netto è salito dell'1,1% a 383 milioni.

I dati superano le stime più ottimistiche degli analisti consultati da AWP, sia per quanto riguarda l'Ebitda che per il fatturato, mentre l'utile netto si situa nella parte alta delle previsioni.

"Swisscom ha realizzato un risultato solido in un contesto di mercato difficile", ha commentato il CEO Urs Schaeppi, citato in un comunicato, aggiungendo che in sole cinque settimane il gruppo ha già conquistato più di 250'000 clienti con la sua ultima offerta inOne mobile.

"Un altro aspetto molto positivo è stato lo sviluppo della nostra affiliata Fastweb, che ha registrato un'ulteriore crescita sia nel segmento dei clienti commerciali che in quello dei clienti privati", ha aggiunto il dirigente a capo di un'azienda che, pur essendo quotata in borsa, è di per sé statale (è controllata al 51% dalla Confederazione). Schaeppi viene fra l'altro spesso preso di mira per lo stipendio d'oro: 1,8 milioni nel 2018, quattro volte quello di un consigliere federale.

Swisscom impiega intanto meno personale: gli effettivi del gruppo, espressi in posti di lavoro a tempo pieno, sono scesi a fine marzo a 19'719 unità, contro le 20'326 di dodici mesi prima. Nello spazio di un anno vi è stata quindi una contrazione pari al 3%.

Visto che i ricavi in Svizzera diminuiscono Swisscom vuole risparmiare: i costi dovranno essere compressi di 100 milioni quest'anno. Nel primo trimestre le economie sono già state di 31 milioni: in teleconferenza Schaeppi ha detto che l'obiettivo potrebbe quindi essere lievemente superato.

La dirigenza ha anche confermato le previsioni per l'intero 2019, che vertono su un fatturato netto di 11,4 miliardi di franchi, un Ebitda di 4,3 miliardi e investimenti per 2,3 miliardi, escluse le spese per le frequenze di telefonia mobile 5G (196 milioni). Se gli obiettivi saranno raggiunti, Swisscom intende proporre all'assemblea generale 2020 un dividendo invariato, definito allettante, di 22 franchi per l'esercizio 2019.

Nonostante i commenti favorevoli degli analisti in borsa il titolo Swisscom fatica a decollare e in mattinata si muoveva vicino alla parità. La performance dell'azione dall'inizio dell'anno è di gran lunga la meno entusiasmante nel listino SMI.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-26 13:26:05 | 91.208.130.86