keystone-sda.ch (Meika Fujio)
Carlos Ghosn trascinerà in tribunale Renault per avere la sua pensione.
FRANCIA
13.01.2020 - 11:420

Ghosn denuncia Renault: «Ho diritto alla mia pensione»

Un'udienza dovrebbe tenersi a fine febbraio in un tribunale del lavoro francese

di Redazione
Ats Ans

PARIGI - «Anch'io ho diritto alla mia pensione»: a cinque giorni dalla conferenza stampa dinanzi ai media internazionali a Beirut, l'ex numero uno di Renault-Nissan, Carlos Ghosn, torna a parlare in un'intervista al quotidiano francese Le Figaro. E annuncia di aver querelato il costruttore francese lo scorso dicembre dinanzi al tribunale del lavoro di Boulogne-Billancourt, alle porte di Parigi.

«La mia uscita da Renault? È una farsa! Reclamo i miei diritti previdenziali come anche tutti i diritti acquisiti», dichiara il mega-manager perseguito per frode fiscale in Giappone, aggiungendo: «Tutti conoscono le condizioni in cui sono uscito da Renault: ero in carcere! Ma, che io sappia, in Francia esistono un diritto e una giustizia».

Secondo Le Figaro, l'ex magnate dell'auto potrebbe invocare una pensione stimata intorno ai 770mila euro anni. «Difenderò i miei diritti in quanto persona che ha lavorato così tanti anni. Ho maturato diritti rispetto a Nissan, rispetto a Renault, che non sono stati rispettati. Intendo rivendicarli dinanzi alla giustizia», aveva detto nella conferenza stampa dei giorni scorsi.

Al tribunale del lavoro di Boulogne-Billancourt, il manager dal triplo passaporto francese, brasiliano e libanese intende chiedere un'indennità di 249'999,99 euro, precisa Le Figaro, aggiungendo che l'udienza dovrebbe tenersi a fine febbraio.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-21 21:02:28 | 91.208.130.85