Deposit
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
INDIA
1 min
Elefante muore dopo aver mangiato frutta riempita di petardi
Un'inchiesta è stata avviata. Sull'accaduto è intervenuto anche il ministro indiano dell'ambiente
MONDO
1 ora
Un maggio più caldo di sempre con il record assoluto di CO2
Lo segnala l'Organizzazione mondiale della meteorologia (Wmo)
REGNO UNITO
1 ora
Anche Bentley taglierà 1'000 impieghi
Il marchio però sostiene non sia tutta colpa del Covid-19 ma che la pandemia ha accelerato la decisione
MONDO
1 ora
C'è l'accordo per prolungare i tagli alla produzione di petrolio
Che verosimilmente porterà a un aumento dei prezzi, lo hanno deciso i paesi dell'Opec+
UNIONE EUROPEA
2 ore
L'area Schengen verso la normalità «entro fine giugno»
Parola della commissaria Ue Ylva Johansson, più complessa la situazione per quanto riguarda i paesi esterni
GERMANIA
2 ore
Caso Maddie, le prove non sono sufficienti per un mandato d'arresto
La polizia sta indagando anche su un altro caso simile avvenuto in Germania, dove potrebbe essere coinvolto il 43enne
FOTO
RUSSIA
3 ore
Bloccata la fuga di diesel
«I soccorritori aiuteranno la regione fino a quando l'area non sarà completamente ripulita»
FOTO
ITALIA
4 ore
Maxi sequestro al broker, anche tele di Picasso
Alessandro Jelmoni creava complessi schemi di evasione fiscale internazionale per imprenditori italiani
NUOVA ZELANDA
5 ore
Squadra di rugby in "trasferta" da 104 giorni
«Quando siamo arrivati in Nuova Zelanda era estate. Quando siamo ripartiti era inverno»
ITALIA
6 ore
Maltempo nel Bolognese e acqua alta a Venezia
Raggiunto il picco di 116 centimetri. Un fenomeno decisamente raro a giugno
UNIONE EUROPEA
26.03.2019 - 13:470

Elettricità: Strasburgo dà l'ok a un mercato «più pulito»

Oltre che garantire vantaggi ai consumatori, la riforma vuole favorire la transizione verso le rinnovabili

STRASBURGO - Il Parlamento ha adottato in via definitiva quattro nuove legislazioni sul mercato elettrico Ue, concordate informalmente con i ministri dell'Unione alla fine del 2018, concludendo così il percorso legislativo del pacchetto Energia pulita per tutti gli europei.

Vantaggi per i consumatori, tra cui contatori intelligenti, prezzi dinamici e possibilità di cambiare fornitore più rapidamente. Soppressione graduale degli aiuti di Stato alle centrali a carbone e nuove misure Ue per prevenire blackout elettrici. Sono i punti centrali delle nuove regole per creare un mercato europeo dell'elettricità più pulito, più competitivo e in grado di affrontare più efficacemente le emergenze.

L'accordo sul "mercato interno dell'elettricità" (regolamento) è stato approvato con 544 voti favorevoli, 76 contrari e 40 astensioni.

L'accordo sulle "norme comuni per il mercato interno dell'elettricità" (direttiva) è stato approvato con 551 voti favorevoli, 72 contrari e 37 astensioni.

I consumatori trarranno notevoli vantaggi dalle nuove norme, poiché avranno accesso a contatori intelligenti e a prezzi dinamici. Disporranno inoltre della possibilità di cambiare fornitore senza costi, entro un periodo massimo di tre settimane (24 ore entro il 2026). Gli Stati membri potranno anche regolamentare temporaneamente i prezzi per assistere e proteggere le famiglie povere o vulnerabili. Tuttavia, i sistemi di sicurezza sociale dovrebbero essere lo strumento principale per affrontare la povertà energetica.

Uno dei principali obiettivi delle nuove norme è quello di consentire che almeno il 70% della capacità commerciale attraversi liberamente le frontiere, facilitando gli scambi di energia rinnovabile attraverso le frontiere dell'Ue. In tal modo si vogliono sostenere gli sforzi per il conseguimento dell'obiettivo vincolante dell'Unione, che fissa la quota di energia da fonti rinnovabili al 32% del consumo finale lordo entro il 2030.

Le norme Ue consentono attualmente alle autorità nazionali di pagare le centrali a carbone per un periodo di tempo limitato in caso di picco della domanda, grazie ad un meccanismo noto come 'regolazione della capacità'. Le nuove norme introdurranno limiti più stringenti per gli Stati membri che sovvenzionano le centrali elettriche, per evitare che le centrali a carbone più inquinanti in Europa ricevano aiuti di Stato.

Le misure si applicheranno a tutte le nuove centrali elettriche, a partire dalla data di entrata in vigore del regolamento e a quelle esistenti a partire dal 2025. Le nuove norme non incideranno sui contratti di capacità conclusi prima del 31 dicembre 2019.

La nuova legislazione sulla preparazione del settore elettrico nell'affrontare le emergenze è stata approvata con 569 sì, 61 contrari, e 34 astensioni. Le nuove misure garantiscono una migliore protezione dei cittadini Ue contro le improvvise carenze di approvvigionamento elettrico che portano ai blackout. Gli Stati membri saranno tenuti a elaborare piani nazionali per valutare il rischio di penuria energetica e a cooperare a livello regionale. Gli Stati membri che ricevono assistenza da altri Paesi Ue dovrebbero sostenere tutti i costi ragionevoli connessi.

Per poter regolare in maniera migliore il mercato dell'elettricità Ue, le norme che istituiscono l'Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell'energia (ACER) sono state modificate e l'Agenzia riceverà più compiti e maggiori poteri. L'accordo sull'ACER è stato approvato con 558 a favore, 75 contrari e 31 astensioni.

Gli accordi dovranno ora essere approvati ufficialmente dai ministri Ue e pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea prima di poter entrare in vigore.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-05 16:01:43 | 91.208.130.87