Fotolia
ITALIA
22.02.2017 - 14:390
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:05

«Google Translate tradurrà romanzi». Entro tre anni

La categoria dei traduttori non deve farsi trovare impreparata, ammonisce un esperto

TRIESTE - «In meno di tre anni Google Translate sarà in grado di tradurre romanzi. Pensavamo che la ricerca non sarebbe mai arrivata a tanto, e invece...». Non è l'obiettivo ottimistico di uno scienziato, ma la previsione di un tecnico, Giordano Vintaloro, traduttore editoriale professionista, ex segretario del relativo sindacato e insegnante a contratto di Lingua inglese all'Università di Trieste. Vintaloro ha anche cominciato un'opera di sensibilizzazione nella categoria dei traduttori editoriali perché non si trovino impreparati di fronte al progresso tecnologico.

L'esperto, analizzando i sistemi di traduzione, ha notato che il recente nuovo sistema varato da Google Translate, fondato sulla Neural-Network Architecture su cui lavora Google Brain, ha rivoluzionato l'esito delle traduzioni anche di testi creativi (quelli di cui si occupano i traduttori editoriali). «Negli ultimi dieci anni i miglioramenti sono stati pochi, ma da quando nel marzo scorso è stato applicato un nuovo algoritmo, in cui Translate non si basa più su regole pre-caricate ma funziona come un bimbo di un anno che apprende da solo, i risultati sono improvvisamente migliorati»: da un livello senza senso, quasi a sfiorare il ridicolo, a uno che necessita solo di piccoli perfezionamenti. «Prima i traduttori editoriali non utilizzavano Google Translate perché associava pezzetti di frase senza ricordare il contesto. Ora invece è in grado di tradurre anche lunghi paragrafi». Un risultato importante per un tipo di traduzione in cui le varie accezioni di un vocabolo, le sfumature son fondamentali. A differenza di quanto accade per i traduttori tecnici che traducono linguaggi settoriali come diritto, medicina, in cui l'ambiguità è ridotta al minimo e molto diffuso è l'uso di strumenti come i Cat (Computer-Aided Translation).

La nuova impostazione è stata applicata a poche delle 103 lingue di Google Translate (francese, inglese, spagnolo, portoghese, tedesco, turco, cinese, giapponese, coreano) ma progredisce al ritmo di otto lingue al mese.

Immaginabili le conseguenze di questo sviluppo tecnologico: «Google potrà tradurre da solo l'80 per cento di un romanzo impiegando tre settimane al posto di 7/8 mesi che impiega un uomo e a costi molto più bassi - prevede Vintaloro - Si potranno dunque tradurre molti più libri, ma resteranno sul mercato solo pochi traduttori che dovranno forse anche impaginare i libri, fare i talent scout mentre le scuole di traduzione rischieranno la chiusura. Se ne avvantaggeranno le case editrici».

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:56:32 | 91.208.130.85