GERMANIA
04.07.2016 - 09:560
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:05

Volkswagen, 14 anni per recuperare dal Dieselgate

Il Ceo della casa di Wolfsburg Herbert Diess afferma che l'azienda oggi si concentra «su dove dobbiamo o no dobbiamo investire nel futuro»

BERLINO - Per ristrutturare Volkswagen dopo il dieselgate «ci vorranno più o meno due generazioni di veicoli», ovvero circa quattordici anni. Lo dice il Ceo della casa di Wolfsburg Herbert Diess.

Il manager, in una intervista alla Süddeutsche Zeitung, sostiene che l'azienda oggi si concentra «su dove dobbiamo o no dobbiamo investire nel futuro, con particolare riferimento alla innovazione» per quanto riguarda le auto elettriche e le loro batterie che, spiega Diess, «rappresentano tra il 30 ed il 50% del valore del veicolo».

In ogni caso, Diess ribadisce di non aver mai pensato di dimettersi, e si dice convinto che il marchio Volkswagen sopravviverà alla crisi per la qualità della sua produzione: «La maggior parte delle società impiega tra un anno ed un anno e mezzo a lasciarsi alle spalle le crisi di credibilità».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-20 11:30:50 | 91.208.130.89