Immobili
Veicoli

PARAGUAY / GERMANIADue bambine tedesche rapite da «negazionisti del Covid»

31.05.22 - 20:00
Da novembre 2021 non tornano a casa. Le autorità pensano che siano state portate all'interno di una comunità
Afp
Due bambine tedesche rapite da «negazionisti del Covid»
Da novembre 2021 non tornano a casa. Le autorità pensano che siano state portate all'interno di una comunità

ASUNCIÓN / BERLINO - Clara Magdalena Egler ha 10 anni, Lara Valetina Blank 11. Da sei mesi non tornano a casa, portate via da genitori che ne hanno perso l'affidamento. È risaputo che siano state portate in Paraguay, «presumibilmente in qualche comunità anti-vaccino all'interno del Paese» perché i rapitori «appartengono a questo tipo di gruppi e negano l'esistenza del covid-19».

L'ultima volta che sono state viste era il 27 novembre dello scorso anno. Poi il padre di Clara, Andreas Rainer Egler, 46 anni, che fa coppia con la madre di Lara, Anna Maria Egler (all'anagrafe Scharpf), 35 anni, le hanno messe su un aereo, pur non essendo autorizzati a farlo. Questo perché entrambi ne avevano perso l'affidamento.

Le due bambine tedesche vivevano infatti l'una con la madre Anne Maja Reiniger-Egler e l'altra con il padre Flip Blank. I due, che cercano disperatamente le proprie figlie, sono andati fino in Paraguay per chiedere alle autorità locali di aiutarli.

Durante una conferenza stampa indetta oggi ad Asunción la mamma di Clara ha raccontato che la sua bambina ama stare con i suoi amici e seguire i corsi a cui è iscritta di ginnastica e acrobatica. Il papà di Lara ha chiesto, piangendo, al popolo paraguaiano di aiutarlo a ritrovare sua figlia.

Degli spostamenti della coppia in fuga si sa, riporta ElPaís, che inizialmente aveva cercato di stabilirsi in un quartiere a maggioranza tedesca a circa tre ore dalla capitale. Le autorità sospettano che attualmente si trovi in zona di Villarica o Colonia Indipendencia.

Il commissario e vice capo dell'Anti-Kidnapping of Paraguay, Mario Vallejos, ha spiegato che ci sono «comunità tedesche abbastanza chiuse che rendono un po' difficile il compito investigativo». Non viene neanche escluso che i due, insieme alle bambine, possano aver attraversato il confine illegalmente arrivando in Brasile o in Argentina.

Sia in Germania, sia in Paraguay sono stati avviati dei procedimenti penali contro Andreas Rainer Egler e Anna María Egler. In particolare le autorità vogliono fare in modo che le due bambine ritornino a casa e che la coppia sia estradata verso Berlino. 

Ma perché il Paraguay? - Secondo il l'organizzazione non governativa paraguaiana per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza (Cdia), che dalla scomparsa delle bambine sostiene i genitori nella ricerca, «si presume che intendessero vivere in qualche comunità anti vaccino all'interno del Paese perché appartengono a questi tipi di gruppi e negano l'esistenza del Covid-19».

In Paraguay ci sono infatti alcune comunità che dall'inizio della pandemia hanno conosciuto una grande crescita, data da persone che fuggivano dai propri Paesi di origine per evitare le misure di contrasto al Covid. A livello europeo, è dalla Germania che il maggior numero di persone è partito in direzione Paraguay.

L'ambasciata tedesca teme che esistano situazioni simili a quelle di Clara e Lara. Questo considerando che nel 2017 i bambini rapiti dai genitori senza affidamento erano stati 186 e nel 2021 i casi sono saliti a 250.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO