Polizia Cixi
CINA
11.09.2019 - 18:360

Vende i propri gemelli neonati per 9000 franchi

Una ragazza di 20 anni e il suo compagno sono stati arrestati con l'accusa di traffico di minori

CIXI - Una ragazza cinese ha venduto i suoi gemelli, nati prematuramente nel settembre 2018, a pochi giorni dal parto. Con i 9000 franchi ricevuti ha saldato i suoi debiti e si è comprata un telefono cellulare. La 20enne ha spiegato alla polizia di Cixi che li considerava «un peso» e che era rimasta sola, «anche i miei genitori mi avevano  abbandonata».

La giovane ha detto che il padre dei piccoli non voleva vederli. Quando il compagno ha saputo del denaro si è presentato a casa per saldare anche i suoi debiti di gioco, ma lei ha spiegato che non erano rimasti soldi.

La 20enne è stata arrestata insieme al suo compagno. L’accusa è di traffico di minori, rischiano fino a dieci anni di reclusione. I loro piccoli erano stati acquistati da due famiglie che la coppia non conosceva e che abitano a chilometri di distanza: sono stati ritrovati nelle province di Anhui e Shandong. 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 05:32:50 | 91.208.130.89