TURCHIA
22.04.2016 - 18:410

Scarcerati gli accademici a processo per propaganda Pkk

Tutti rischiano fino a 7 anni e mezzo

ANKARA - Potranno affrontare il processo fuori dal carcere i 4 professori universitari turchi accusati di "propaganda terroristica" a favore del Pkk per aver sottoscritto a gennaio, insieme a oltre mille colleghi, un appello che chiede una soluzione pacifica al conflitto curdo nel sud-est del Paese. Lo ha deciso il giudice nel corso della prima udienza del processo a Istanbul.

Gli accademici - Esra Mungan, Muzaffer Kaya, Kivanc Ersoy e Meral Camci - erano stati arrestati nelle scorse settimane, dopo aver ribadito l'appello filo-curdo in una conferenza stampa. Tutti rischiano una condanna fino a 7 anni e mezzo.

In loro sostegno si erano riuniti davanti al palazzo di giustizia circa 500 manifestanti, giunti anche per la contemporanea udienza del processo ai giornalisti del quotidiano di opposizione laica Cumhuriyet, Can Dundar ed Erdem Gul, che rischiano l'ergastolo per lo scoop sul passaggio di armi dalla Turchia alla Siria. Questo secondo processo è stato aggiornato al 6 maggio.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-21 07:48:13 | 91.208.130.87