Immobili
Veicoli

ITALIADiscoteche chiuse: «In spiaggia si vedono assembramenti ben peggiori»

17.08.20 - 21:38
L'infettivologo Matteo Bassetti si dice scettico sull'ultimo provvedimento annunciato dal Governo italiano
keystone-sda.ch (FABIO MUZZI)
Discoteche chiuse: «In spiaggia si vedono assembramenti ben peggiori»
L'infettivologo Matteo Bassetti si dice scettico sull'ultimo provvedimento annunciato dal Governo italiano

GENOVA - Il forte giro di vite voluto dal Governo italiano sulla movida notturna è visto con un certo scetticismo dall'infettivologo Matteo Bassetti. Intervenuto alla trasmissione Rai "Agorà", il medico ha parlato di «una colpevolizzazione eccessiva» nei confronti dei giovani. I più colpiti dal provvedimento.

Bassetti riconosce che spesso nelle discoteche le misure sono poco rispettate, ma «ci sono situazioni altrettanto pericolose che non sono state oggetto di ordinanza». Gli esempi? «Sagre di paese, mercatini rionali» e le «passeggiate fronte mare, dove vedo assembramenti ben peggiori di quello delle discoteche».

Una lunga convivenza - La «politica del terrore» non è la via migliore per far «cambiare idea ai giovani», ha proseguito l'infettivologo, che ritiene necessario fornire - negli aggiornamenti sui nuovi casi - non solo il numero dei nuovi contagiati ma anche quello di asintomatici e persone ricoverate in terapia intensiva. Al fine di restituire un quadro esatto della situazione e «imparare a convivere» con il virus, perché resterà con noi «per molto tempo».

Per questo motivo, ha ricordato l'infettivologo, è importante - soprattutto in estate - lavarsi spesso le mani e rispettare le misure igieniche: fattori «ben più importanti della mascherina».

Un «virus fornaio» - Sulla «strategia del terrore» Bassetti si era espresso anche ieri sera sulla sua pagina Facebook, commentando con una certa ironia l'ordinanza del Governo sulla chiusura delle discoteche: «Sappiate che in Italia il virus lavora e contagia solo di sera e notte. Di giorno invece si riposa. Sarà mica un virus fornaio? Rido per non piangere».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO