Ti Press (archivio)
Romano, Regazzi e Carobbio con Christian Vitta
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Premiati i migliori apprendisti macellai/salumieri degli ultimi tre anni
La cerimonia si è tenuta dopo il rinvio forzato degli incontri che dovevano aver luogo nel 2019 e nel 2020.
CANTONE
2 ore
«Come pensare che un carcere minorile possa essere educativo?»
I contrari al progetto di un centro educativo chiuso escono allo scoperto
CANTONE
2 ore
Cassis presidente, festa annullata
La cerimonia a Bellinzona verrà rimandata «causa Covid»
NOVAGGIO
2 ore
Novaggio ha un nuovo municipale
Peter Schiesser (per il gruppo PLR Novaggio – Lista Giovani) subentra a Piergiorgio Morandi.
LUGANO
3 ore
Salta anche il carnevale di Tesserete
Cancellata preventivamente la manifestazione. Il Comune di Capriasca: «Gesto di responsabilità sociale»
SVIZZERA
4 ore
Difficile conciliare lavoro e famiglia (soprattutto in Ticino)
I risultati del Barometro nazionale sull'uguaglianza 2021. Rispetto a tre anni fa, la situazione è più critica
CANTONE
6 ore
«La Rsi è alla deriva?»
Informazione indebolita: l'Associazione per la difesa del servizio pubblico protesta
CANTONE
7 ore
Dose di richiamo, ultima chiamata per gli over 65
In vista dell'apertura alle altre fasce d'età, le autorità cantonali sollecitano i pensionati ad annunciarsi.
FOTO
MASSAGNO
8 ore
Massagno festeggia i diciottenni con Leo Leoni
L'incontro si è tenuto lo scorso weekend al LUX.
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Un milione di franchi per i lettori: obiettivo raggiunto
La campagna di crowdfunding è stata un grande successo, secondo le associazioni di categoria coinvolte.
CANTONE
8 ore
Altri 167 nuovi contagi e sette classi in quarantena
Negli ospedali del nostro cantone si contano attualmente settanta pazienti Covid
CHIASSO
8 ore
Cinquanta milioni per cinquanta impieghi?
L'Mps punta il dito contro la Scuola di Moda di Chiasso. Costi troppo elevati rispetto all'impatto sul territorio
CANTONE
24.02.2021 - 13:020

Lotta alla pandemia, i deputati ticinesi appoggiano il Consiglio di Stato

Si è tenuta oggi la consueta riunione fra la Deputazione ticinese alle Camere e il Governo cantonale.

Sul tavolo, oltre alla gestione della pandemia, c'erano anche le tre iniziative cantonali sui costi della salute. Altri temi discussi: plurilinguismo, mobilità e giustizia.

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha incontrato oggi a Palazzo delle Orsoline la Deputazione ticinese alle Camere federali per la consueta riunione in vista dell’imminente sessione primaverile, in programma dal 1. al 19 marzo.

L’ordine del giorno per la prossima sessione presenta numerosi oggetti di particolare interesse per il Cantone Ticino, dei quali Consiglio di Stato e Deputazione alle Camere federali hanno discusso oggi a Bellinzona, durante il tradizionale incontro di preparazione.

Gestione della pandemia - Nel corso della discussione, Consiglio di Stato e Deputazione si sono concentrati anzitutto sulla gestione della crisi pandemica in Svizzera. La Deputazione ticinese alle Camere ha espresso condivisione per la presa di posizione del Consiglio di Stato sulle nuove misure di contrasto alla pandemia, poste in consultazione dal Consiglio federale. Per quanto riguarda le misure di sostegno economico, Governo e Deputazione concordano d'impegnarsi affinché la Confederazione posticipi il termine del marzo 2020, riferito alle società di nuova creazione, per l’accesso agli aiuti.

Costi della salute - In tema di politica sanitaria, Governo e Deputazione si sono poi confrontati sulle tre iniziative cantonali sui costi della salute che il Ticino sta promuovendo a livello federale, alle quali diversi Cantoni hanno già espresso il proprio sostegno. Dopo le audizioni in seno alla Commissione sicurezza sociale e sanità del Consiglio degli Stati, è stata sottolineata l’esigenza d'insistere con le richieste che puntano ad aumentare la trasparenza del sistema e a ridurre le riserve eccessive degli assicuratori.

Tutela del plurilinguismo - Affrontando in seguito una questione di politica scolastica, il Consiglio di Stato ha espresso «preoccupazione» per alcuni sviluppi in corso nel campo dell’insegnamento linguistico. Di fronte alla crescente propensione a privilegiare l’inglese quale prima lingua straniera – in diversi Cantoni romandi e germanofoni – sarebbe opportuno un atteggiamento «più attivo» da parte della Confederazione. La Deputazione ticinese si attiverà nelle Camere e nei confronti del Consiglio federale, e lavorerà per sensibilizzare i Cantoni più attenti alla tutela del plurilinguismo.

Mobilità e trasporti - In ambito di mobilità e trasporti, la riunione ha permesso un aggiornamento sul progetto per potenziare la capacità dell’autostrada A2 fra Lugano e Mendrisio. Il Consiglio di Stato giudica «positivamente» il risultato delle trattative con l’Ufficio federale delle strade: l’approvazione del progetto generale da parte del Consiglio federale è attesa entro fine anno. È stata in seguito tematizzata la situazione dei servizi di navigazione sul Lago Maggiore; il Consiglio di Stato confida che a breve termine sarà trovata una soluzione per assicurare un servizio di trasporto sul bacino svizzero del Verbano a partire dal periodo pasquale.

Procuratore cercasi - Per quanto riguarda il settore della giustizia, il Consiglio di Stato ha presentato i propri auspici in vista della nomina del nuovo Procuratore generale della Confederazione; considerate le recenti difficoltà, si impone la scelta di una figura in grado di dare equilibrio al servizio e, nel contempo, mantenere l’elevata qualità dei rapporti con i Cantoni.

Turismo - La Deputazione – nell’abituale riunione preparatoria che precede la riunione con il Governo – ha colto l’occasione per incontrare i rappresentanti di Ticino Turismo e di HôtellerieSuisse Ticino, che hanno condiviso un bilancio dell’annata 2020 e presentato le prospettive del settore per l’anno in corso, considerando in particolare le misure per contrastare la pandemia.

AET - La Deputazione ha inoltre incontrato una delegazione del CdA e della direzione generale dell’Azienda elettrica ticinese, per una discussione sulla strategia energetica 2050 e sugli scenari e le prospettive per il Canton Ticino.

Frontalieri - Per quanto concerne infine le relazioni con l’Italia, la Deputazione ha ricevuto gli esperti fiscali Marco Bernasconi e Samuele Vorpe, per uno scambio sull’accordo sull'imposizione dei lavoratori frontalieri, firmato recentemente, e sulla questione dell’accesso al mercato finanziario italiano da parte degli operatori svizzeri, tema che rimane pendente.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 18:58:29 | 91.208.130.89