Immobili
Veicoli
Vento, pioggia, allagamenti e alberi caduti. Preoccupa il fiume Ticino

CANTONEVento, pioggia, allagamenti e alberi caduti. Preoccupa il fiume Ticino

03.10.20 - 08:20
Il maltempo sta imperversando sul nostro cantone. MeteoSvizzera: «Raffiche di scirocco a 181.1 km/h».
Collage
Vento, pioggia, allagamenti e alberi caduti. Preoccupa il fiume Ticino
Il maltempo sta imperversando sul nostro cantone. MeteoSvizzera: «Raffiche di scirocco a 181.1 km/h».
A Morbio Inferiore un addetto del servizio forestale è rimasto vittima di un incidente durante un intervento per il taglio di alcune piante cadute. Monte Brè sopra Locarno isolata. Diverse località senza elettricità. Il Ticino ha oltrepassato gli argini in varie zone.

BELLINZONA - Sono state una notte e una mattinata caratterizzate dal maltempo quelle appena trascorse in Ticino. Pioggia e vento hanno spazzato tutto il territorio cantonale provocando notevoli disagi. Una vera e propria tempesta di scirocco, come precisato da MeteoSvizzera. «Sul Pizzo Matro (2'171 metri di altitudine) - specifica il servizio di meteorologia - abbiamo misurato una raffica di vento di 181.1 km/h. Il secondo valore più alto mai registrato».  Ma il vento non ha spirato forte solo alle alte quote. «Lo scirocco ha toccato punte di 97km/h a LocarnoMonti e 95km/h a Lugano», precisa MeteoSvizzera.

Fiume Ticino altissimo - Anche la pioggia è scesa copiosa durante la notte: «Abbiamo misurato Ingenti accumuli di precipitazioni in 24 ore, localmente sono stati superati i 400mm». Pioggia che ha causato vari allagamenti e notevolissimi disagi soprattutto nel Sopraceneri. Pioggia che ha innalzato pericolosamente il livello del fiume Ticino, che in alcuni punti è esondato, provocando danni e disagi. Alcune mucche sono state tratte in salvo a Gudo e Contone. Mentre la pista dei kart di Magadino è finita letteralmente sott'acqua. Anche la zona della golena di Bellinzona e il centro di smaltimento di Carasso (vedi foto e video) sono allagati. Il Ticino non è però il solo corso d'acqua a essersi ingrossato a causa della pioggia. Anche il fiume Maggia è esondato alla foce di Locarno e molti altri torrenti sono al limite - o sono già straripati - in varie zone del cantone come in Valle di Blenio (video del torrente della Valle Pontirone), in Riviera (video Osogna) in Leventina o Vallemaggia (Bignasco).

Forestale ferito - Il forte vento ha provocato diversi danni e anche un ferito: un addetto al servizio forestale è infatti caduto ieri sera da un muro alto alcuni metri mentre stava intervenendo per la caduta di alcuni alberi in via San Nicolao a Morbio Inferiore. Le condizioni dell'uomo, subito soccorso dai paramedici del SAM, non dovrebbero essere particolarmente preoccupanti. A ogni modo è stato trasportato al pronto soccorso per ulteriori accertamenti.

Piante cadute e roulotte ribaltata - Oltre quelle di Morbio Inferiore, altre piante sono cadute in diverse località del Luganese, del Bellinzonese e del Locarnese. A causa di una raffica di vento una roulotte si è invece ribaltata su un fianco tra i due svincoli di Bellinzona sull'A2. Il mezzo è stato comunque subito riposizionato nella sua posizione originale. Un'altra raffica di scirocco ha invece divelto una tettoia che è finita sopra un fuoristrada Mercedes regolarmente posteggiato in Via dell'Indipendenza a Riva San Vitale.

Monte Brè isolata - Monte Brè sopra Locarno è isolata e senza luce da ieri notte: «Siamo senza corrente dall’una», sottolinea un nostro lettore precisando che la strada per raggiungere la località è bloccata da alcune piante cadute.

Diverse zone al buio - Ma Monte Brè non è l'unica zona a trovarsi al buio. La Società Elettrica Sopracenerina riferisce infatti di «diversi guasti» sulle linee primarie 16 kV in diverse zone del comprensorio. Attualmente la rete elettrica è fuori servizio nelle Centovalli (Intragna, Borgnone e Palagnedra), in Valle Onsernone (da Auressio in poi), in Vallemaggia (Cerentino, Campo Vallemaggia e da Broglio in poi), in Valle Verzasca (da Vogorno in poi), a Cardada-Cimetta e in Val Malvaglia. «Il personale addetto - precisa SES in una nota - si trova sul posto e, in considerazione dei molti collegamenti stradali interrotti, sta facendo il possibile per eliminare i guasti al più presto». 

COMMENTI
 
Nmemo 1 anno fa su tio
Nulla di eccezionale, la golena fa parte del fiume: chi per incuria ha lasciato in golena il rimorchio se l’è trovato sott’acqua. Un po’ di vento ha sradicato alberi che comunque sarebbero caduti. La Piumogna e gli altri torrenti di valle schiumeggianti con un po’ d’acqua vanno sì fotografati, poiché passato il maltempo saranno di nuovo derivati negli impianti idroelettrici.
vulpus 1 anno fa su tio
Che sia da monito a chi stà distruggendo le dighe di protezione in nome di una "rinaturarizzazione del territorio" spendendo milioni. I nostri vecchi hanno fatto lavori con coscienza e preveggenza. Oggi si sa solo distruggere a discapito della natura e dei suoi abitanti.
miba 1 anno fa su tio
Un po' come il Rio delle Amazzoni :):):)
marco17 1 anno fa su tio
"Sopraceneri allagato": l'importante è esagerare, sempre.
chiodone50 1 anno fa su tio
c'è una cosa che mi lascia perplesso, una volta quando si tagliava un albero si portava via tutto, ora i ramoscelli vengono lasciati sul posto a detta dei forestali per creare Humus ( allora perché non vengono triturati con gli appositi macchinari ) per la legge di gravità questi ramoscelli scendono a valle andando a intasare i torrenti, creando dighe e quando piove forte queste dighe scoppiano con le conseguenze che seguono, qualcuno può smentirmi ?
york11 1 anno fa su tio
Il fiume prima o poi rinconquista sempre gli spazi che gli sono stati sottratti, non c'è da meravigliarsi.
angie2020 1 anno fa su tio
Quando la natura si ribella.....
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO