Ti-Press
Un incantevole scorcio della zona del Poncione di Braga.
LAVIZZARA
31.07.2020 - 11:120
Aggiornamento : 13:46

Il temporale lo sorprende: viene ritrovato nel cuore della notte

Brutta avventura per un giovane escursionista. L'allarme è scattato nella serata di giovedì alle 22.30.

Andres Maggini, capo colonna della sezione locarnese del CAS: «Intervento di priorità alta. I suoi amici, alla capanna Poncione di Braga, lo stavano aspettando, ma non ricevevano più notizie».

LAVIZZARA - L'allarme è scattato nella serata di giovedì, attorno alle 22.30. A lanciarlo, gli amici di un giovane escursionista che si trovavano alla capanna del Poncione di Braga (Lavizzara). Il ragazzo avrebbe dovuto raggiungerli nel tardo pomeriggio. Ma a un certo punto non ha dato più notizie di sé. Immediato l'intervento dei soccorritori. L'escursionista è stato ritrovato attorno alle 3 di notte in buone condizioni di salute. 

Arriva il temporale – Era partito dal Piano di Peccia e aveva deciso di "prenderla larga", passando per le creste. Poi, verso le 15, è stato sorpreso da un grosso fronte temporalesco. «In montagna – evidenzia Andres Maggini, capo colonna della sezione locarnese del CAS – può capitare che un temporale arrivi quasi all'improvviso. Ecco perché occorre pianificare tutto per bene. E a volte non è nemmeno sufficiente. Questi fenomeni atmosferici possono essere imprevedibili».

Alla ricerca di un rifugio – Quando inizia a piovere, sempre più forte, il ragazzo si rende conto di essere in una posizione pericolosa. E allora cerca rifugio in una cascina dei paraggi. Situata in un luogo in cui non c'è alcuna ricezione telefonica. Gli amici, preoccupatissimi, a un certo punto hanno deciso di chiamare la polizia. 

Un buon lavoro di team – «Si è trattato di un intervento di priorità alta – sottolinea Maggini –. Abbiamo volato con l'elicottero della Rega. A bordo c'erano uno specialista del soccorso alpino e un responsabile della Gruppo ricerche e constatazioni della polizia. È stato un buon lavoro di team, che fortunatamente si è concluso con un lieto fine. Bisogna anche dire che il ragazzo in questione, vista la brutta situazione in cui si è ritrovato, tra tuoni e fulmini, è stato bravo a cercare un riparo e a mettersi in sicurezza».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-05 10:19:16 | 91.208.130.85