Immobili
Veicoli
In nove da Kharkiv sotto un solo tetto

CADEMPINOIn nove da Kharkiv sotto un solo tetto

17.03.22 - 08:34
Nella villetta del signor Giuseppe Akbas hanno trovato rifugio tre generazioni in fuga dalla guerra
tio/20min/Davide Giordano
In nove da Kharkiv sotto un solo tetto
Nella villetta del signor Giuseppe Akbas hanno trovato rifugio tre generazioni in fuga dalla guerra
Nonne, figlie e nipoti: rischiavano di passare la notte all'addiaccio alla stazione di Chiasso. «Ora anche il Cantone faccia la sua parte»

CADEMPINO - Nessuno è a caccia di record in questo momento difficile. Ma Giuseppe Akbas ne ha probabilmente messo a segno uno. Da lunedì a Cadempino ospita ben nove rifugiate ucraine, per le quali non c'era posto nei centri d'accoglienza. «Ho ricevuto un messaggio, cercavano qualcuno per ospitarle» racconta. «Non ci ho pensato troppo, ho accettato». 

All'ultimo minuto - Il tutto è accaduto in poco più di un'ora. Una telefonata da Chiasso: una famiglia giunta da Kharkiv - due nonne, tre mamme e quattro figlie minorenni - rischiava di passare la notte all'addiaccio, dopo aver presentato domanda di asilo al centro della Sem. Milena Follini, volontaria del Luganese di origini ucraine, da giorni si adopera per trovare sistemazione ai profughi in arrivo. «Mi hanno chiamato dicendo che avrebbero dormito all'interno della stazione ferroviaria, perché non c'era posto per loro nel centro. Mi sono subito attivata e tramite amici di amici abbiamo trovato questa splendida sistemazione». 

La lunga fuga - Per Katia, 26 anni con una bambina di cinque, è un sollievo dopo un viaggio iniziato sotto le bombe. «Abbiamo viaggiato in treno per trentasei ore fino a Leopoli, poi da lì per strade secondarie fino alla Polonia» racconta. L'unico desiderio ora è un po' di pace, «per noi e per tutto il mondo».  

Carenza di alloggi - Intanto in Ticino arrivi si susseguono al ritmo di 40-50 al giorno, e la capienza in strutture pubbliche è già al limite con 238 letti nella città di confine più altri 100 nel rifugio della Protezione civile di Cadenazzo. A questi se ne aggiungeranno una sessantina in quello Aurigeno in Vallemaggia, che apre oggi. Non bastano, e il direttore del Dss Raffaele De Rosa lunedì ha lanciato un appello ai privati, a farsi avanti. 

Solidarietà di paese - Detto fatto. Nel giro di due giorni la villetta adiacente al garage del signor Akbas si è attrezzata con letti e vettovaglie donate un po' da tutto il vicinato. Anche il Municipio di Cadempino ha avviato una raccolta di viveri assieme alla parrocchia, e organizzato «un momento di incontro con la cittadinanza per facilitare l'integrazione» spiega il sindaco Tom Cantamessi.

Altri arrivi in vista - In futuro però «la speranza è che anche le autorità cantonali si attivino per fare la loro parte» chiosa Akbas. Follini e altri volontari stanno cercando altri sette alloggi per altrettante famiglie in arrivo sabato con un bus dalla Polonia. Non è detto che a loro andrà altrettanto bene. 

COMMENTI
 
Giardiniere78 5 mesi fa su tio
Dovrebbero esserci migliaia di appartamenti sfitti......ma difficilmente i proprietari si faranno avanti.....a meno che lo stato non intervenga pagando gli affitti
Johnnybravo 5 mesi fa su tio
lei sa che esiste la Convenzione di Ginevra sullo statuto dei rifugiati del 1951?? Paragonare gli anziani a chi scappa da una guerra lo trovo fuori luogo... Innanzi tutto in svizzera nessun anziano e in un imminente pericolo di vita causa guerra e/o muore di fame, freddo, ecc... ( cose che sta accadendo a chi sta subendo una guerra). La Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati, conosciuta anche come la Convenzione di Ginevra del 1951 sui rifugiati, è un trattato multilaterale delle Nazioni Unite che definisce chi è un rifugiato e definisce i diritti dei singoli che hanno ottenuto l'asilo e le responsabilità delle nazioni che garantiscono l'asilo medesimo. La convenzione stabilisce anche quali persone non si qualificano come rifugiati, ad esempio i criminali di guerra. La convenzione prevede anche la possibilità di viaggiare senza visto per i titolari di documenti di viaggio rilasciati ai sensi di questa Convenzione. La convenzione si basa sull'articolo 14 della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948, che riconosce il diritto delle persone a chiedere l'asilo dalle persecuzioni in altri paesi. Un rifugiato può godere di diritti e benefici in uno stato in aggiunta a quelli previsti dalla convenzione. Fino a prova contraria la Svizzera ha aderito a questo statuto.
ORS3 5 mesi fa su tio
A casa mia diciamo: ma vada via i ciapp
ORS3 5 mesi fa su tio
Hai ragione… mettiamo i nostri cari sotto un ponte per fare spazio a tutti i rifugiati di questo mondo… tra un po’ siamo noi svizzero gli stranieri a casa nostra. Due sberle alla volta di tanto che diventano dispari
il barbiere 5 mesi fa su tio
Dato che sa tanto di sapientone sig. johnnybravo, si faccia un bel giro di storia! A volte prima di tornare indietro solo di mezzo secolo, OCCORRE DOCUMENTARSI UN PO` MEGLIO e leggere meno stronz......te! O come le chiamate adesso FakeNews.
Yoebar 5 mesi fa su tio
Sono pienamente d’accordo, fa strano comunque il fatto che i nostri anziani, al bisogno, ricevono picche. Fatti appurati. I figli devono provvedere al loro sostentamento anche se faticano già ad arrivare a fine mese.
Johnnybravo 5 mesi fa su tio
Ha ragione, ma quello è un altro discorso, è un discorso di politica interna ed esula da questo, questo è un discorso di politica e diritto internazionale, anche volendo, la Svizzera non potrebbe sottrarsi....
Johnnybravo 5 mesi fa su tio
Qui non c'entra nulla essere un sapientone o altro, cmq andare a sminuire l'altro non la rende più intelligente ;). Aspetto lei per documentarmi un po' meglio, mi illumini con la sua cultura e la sua intelligenza, la prego. Se lei i diritti internazionali li reputa stronz...ate e la dichiarazione universale dei diritti umani pure.... si commenta da solo ;) Le fake news le lascio leggere a lei... e visto che è andato sul personale, mi permetto farlo pure io.... Continui a fare il barbiere, sono sicuro che gli riesce bene, come statista lascia un po' a desiderare...
Johnnybravo 5 mesi fa su tio
tipico argomento di chi non ha argomenti....
Yoebar 5 mesi fa su tio
Effettivamente ci sono anziani che hanno lavorato una vita ed hanno regolarmente pagato le imposte che purtroppo non arrivano a fine mese, la risposta….. avete dei figli che possono provvedere al vostro sostentamento……
ORS3 5 mesi fa su tio
Capisco la guerra… brutta cosa… ma quando i nostri cittadini anziani cercano un posto in casa anziani non ce ne sono… però soldi per i rifugiati ce ne sono sempre!!!! COMPLIMENTI… vergognatevi
Duca72 5 mesi fa su tio
Nostri, vostri, altri..,,. Una persona che ha bisogno va aiutata a prescindere, l’unica vergogna è pensare solo al proprio paesello .
ORS3 5 mesi fa su tio
Ospitali ti allora
Duca72 5 mesi fa su tio
Fatto ! Adesso speriamo solo che un giorno quando avrai bisogno tu , è te lo garantisco un giorno avrai bisogno, ci sia qualcuno che si ricordi come la pensi
ORS3 4 mesi fa su tio
Quando avrò bisogno di qualcosa… e ricordati che io sono a casa mia!!!! Cog@@@e
il barbiere 5 mesi fa su tio
Forse il Cantone dovrebbe fare la parte di chi ha costruito questo Cantone! E’ ora di piantarla di correre in soccorso a personaggi e persone site in alti paesi. Anche noi abbiamo abbastanza problemi, penso ben a tutti noti. La guerra dell’ex Jugoslavia non ha insegnato niente a nessuno? Complimenti continuate così!
Johnnybravo 5 mesi fa su tio
l suo commento lascia il tempo che trova.... ispirato da ideologia nazionalista e sappiamo tutti dove questa ideologia porta e ci ha portato in passato... ( vedi Nazismo, Fascismo, ecc...) Un Ideologia o prassi ispirata all'esaltazione del concetto di Nazione, che si risolve nell'AUTORITARIA affermazione di valori che trascendono le esigenze della realtà politica e SOCIALE dei paesi stranieri, tipo Federazione Russa attualmente, Autarchia mascherata da democrazia... illiberale... o più comunemente detta pseudo democrazia.
Duca72 5 mesi fa su tio
Sei un poveraccio!
emib53 5 mesi fa su tio
Forza, avanti con questo egoismo e menefreghismo verso chi ha bisogno per colpe non sue. Ciò è spesso tipico di chi riceve abbondanti aiuti statali indiretti e vota a prescindere per i partiti del meno stato. Dove sono poi tutti questi ticinesi privi di alloggio e che soffrono la fame?
F/A-19 5 mesi fa su tio
Complimenti, un bel pensiero il suo, quesì poveri Ucraini la ringrazieranno sicuramente. Non è con la povera gente che bisogna prendersela, purtroppo sono i nostri governanti che sbagliano tante mosse. Non avessimo noi europeo insieme all’America illuso di adesione facile un paese come l’Ucraina a quest’ora non si parlava di guerra. Piuttosto un paese neutrale come la Svizzera poteva mediare per risolvere le questioni attuali, senza interventi armati.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO