Immobili
Veicoli
Luca: il vetraio di Pollegio che sarà portabandiera della Nazionale

CANTONELuca: il vetraio di Pollegio che sarà portabandiera della Nazionale

17.09.21 - 06:00
Dopo due anni di attesa tornano gli EuroSkills, in programma a Graz. A rappresentare la Svizzera ci saranno 17 giovani.
SwissSkills
Luca: il vetraio di Pollegio che sarà portabandiera della Nazionale
Dopo due anni di attesa tornano gli EuroSkills, in programma a Graz. A rappresentare la Svizzera ci saranno 17 giovani.
Uno di loro ha 25 anni e proviene dal Ticino. I suoi punti di forza? Precisione e determinazione. La sua paura? Quella di tagliarsi.

POLLEGIO - Dopo due anni di forzata attesa a causa della pandemia, lo SwissSkills National Team tornerà all’opera la prossima settimana agli EuroSkills di Graz, in Austria. 17 giovani professionisti con una qualifica AFC gareggeranno contro i loro rivali europei in 16 competizioni, con l’obiettivo di dimostrare l’elevata qualità del sistema di formazione professionale duale svizzero. 

Da Pollegio con furore - A partecipare a questi “Europei delle professioni” ci sarà anche Luca Roma, vetraio di Pollegio impiegato presso la Vetri Marghi SA di Biasca. Oltre a essere l’unico ticinese in lizza, il 25enne leventinese, forte del 1° posto ottenuto nel 2018 ai campionati svizzeri, sarà il portabandiera ufficiale della delegazione rossocrociata in occasione della cerimonia d’apertura, in programma mercoledì 22 settembre.

Una passione nata per caso - Una professione quella di vetraio scelta un po’ per caso, tramite una lista di ditte in cerca di apprendisti. Ma che presto è diventata una vera e propria passione: «Mi piace tutto quello che ho appreso e spero d'imparare ancora molto. Le mie giornate non sono mai monotone anzi, lavoro sempre in posti diversi e paesi diversi», spiega il giovane. I suoi punti di forza - aggiunge - sono la precisione e la determinazione, mentre la sua paura (in parte scacciata con l’esperienza) è quella di tagliarsi, dovendo usare materiale pericoloso.

L'ambizione non manca - Come detto la Svizzera si recherà in Austria con 17 giovani: «Il nostro obiettivo è che oltre la metà dei nostri competitori lasci Graz con una medaglia al collo», afferma il delegato tecnico di SwissSkills Martin Erlacher. Un obiettivo ambizioso - per la Svizzera significherebbe superare il record di 8 medaglie vinte nel 2012 - ma non impossibile. Perché sognare, specie quando si è giovani, non costa nulla.

COMMENTI
 
volabas56 1 anno fa su tio
Auguri ragazzo, fatti valere.
NOTIZIE PIÙ LETTE