Immobili
Veicoli

CANTONEIl Governo fa dietrofront: 30 persone in cinema e teatri

10.11.20 - 18:10
Innalzato il limite di spettatori per eventi culturali e competizioni sportive
Keystone - foto d'archivio
Il Governo fa dietrofront: 30 persone in cinema e teatri
Innalzato il limite di spettatori per eventi culturali e competizioni sportive
Le nuove norme presentate domenica hanno creato un po' di confusione. Ecco la risposta alle FAQ

BELLINZONA - «Le nuove disposizioni decise a livello cantonale per contenere i contagi da coronavirus mettono seriamente in difficoltà il settore della cultura». È questo l'allarme lanciato tra ieri e oggi da più parti. Che ha portato il Consiglio di Stato a un dietrofront: cinema, teatri, spettacoli, concerti, rappresentazioni culturali e partite di sport professionistici potranno accogliere un massimo di 30 spettatori (escluso il personale) - e non più solo 5 come detto domenica - nel rispetto dei rispettivi piani di protezione.

Il Governo, nel corso di una riunione tenutasi oggi, ha deciso di «precisare le misure in vigore in Ticino con l’obiettivo di rendere la sua applicazione per cittadini e operatori più chiara e coerente».

È quindi stata pubblicata una nuova risoluzione governativa che, a differenza di quella presentata domenica, prevede due aggiunte: «restano ammissibili con una partecipazione limitata a 30 persone» non solo le celebrazioni religiose, i funerali e i matrimoni, ma anche «le proiezioni cinematografiche (30 spettatori per ogni sala), gli spettacoli, i concerti e le rappresentazioni culturali», come pure «le competizioni dello sport di prestazione e professionistico». In quest’ambito rientrano le attività del calcio (NLA maschile e femminile, NLB maschile), dell’hockey (NLA maschile e femminile, NLB maschile così come U20 elite e U17 elite), della pallacanestro (NLA maschile), dell’unihockey (NLA maschile e femminile, NLB maschile), della pallavolo (NLA femminile) e del rollerhockey (NLA maschile).

Inoltre, è stato creato un documento che dovrebbe fornire a cittadini e professionisti tutte le risposte alle loro domande (in allegato). Tra le altre, viene confermato il limite di 5 persone (bambini inclusi) per cene e feste private, sia all’aperto sia in spazi chiusi (tranne per i membri della stessa economia domestica). Sono inoltre vietate tutte le attività sportive di gruppo con più di 5 partecipanti (esclusi gli istruttori). Rimangono quindi permesse le attività come i corsi fitness e simili, a condizione che sia rispettato il limite di 5 partecipanti e l’applicazione di un piano di protezione.

ALLEGATI
FAQ Ticino 10 novembre
NOTIZIE PIÙ LETTE