LUGANO
29.01.2018 - 18:000

Oltre 200 studenti alla serata liceali a Savosa

Tale progetto, che il Rotary Club di Lugano sostiene da oltre cinquant’anni, ha quale obiettivo mettere in contatto gli studenti con dei professionisti dei settori di loro interesse

LUGANO - Lo scorso 29 gennaio 2018 alle 17h30 si è tenuto presso il Liceo Lugano 2 di Savosa il consueto evento dedicato agli studenti di terza e quarta liceo del Luganese promosso dal Rotary Club di Lugano in collaborazione con il Rotaract Club Lugano-Ceresio. Tale progetto, che il Rotary Club di Lugano sostiene ogni anno da oltre cinquant’anni a favore degli studenti di tutti i licei luganesi, ha quale obiettivo mettere in contatto gli studenti che si apprestano a scegliere un percorso di studi universitari con dei professionisti dei settori di loro interesse in modo che possano raccogliere informazioni utili sul mondo del lavoro e sui diversi percorsi professionali che un determinato curriculum di studio può offrire.

All’iniziativa hanno aderito oltre 200 studenti e 50 professionisti in rappresentanza dei più svariati ambiti professionali.

La serata ha preso inizio, dopo i saluti del Direttore del Liceo Lugano 2 prof. Aurelio Sargenti, del Rotary Club di Lugano, rappresentato da Luca Jelmoni, con un’interessante relazione del Dr. Alessandro Trivilini Ph.D., Direttore del Dipartimento di Informatica Forense di SUPSI, il quale ha sviluppato delle riflessioni a partire dall’enunciato: Nella società digitale non conta quello che sei ma quello che fai: un profilo è per sempre?

Durante la seconda parte della serata gli studenti liceali sono stati suddivisi in gruppi nelle diverse aule e sono iniziate le discussioni con i professionisti che hanno lanciato la discussione fornendo alcuni spunti di partenza.

E’ stato predisposto anche un punto informativo con accesso libero presso cui gli interessati hanno potuto approfondire come meglio conciliare gli studi ed il servizio militare.

La terza parte della serata è stata caratterizzata dallo “standing dinner” preparato dal servizio dell’OTAF ed offerto dal Rotary Club di Lugano negli spazi interni della scuola che ha permesso di proseguire a dialogare in maniera libera ed informale.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 09:43:01 | 91.208.130.89