LUGANO
23.09.2009 - 09:010
Aggiornamento : 23.11.2014 - 18:24

Fallita la "scalata" di Scientology a "Besso Pulita"

LUGANO - Accertato e dimostrato il collegamento tra Vincenzo Tirella e Scientology, scrive oggi LaRegioneTicino, si delinea anche la strategia con la quale l'affiliato a Scientology ha tentato di sfruttare il marchio "Besso Pulita" per scendere in campo contro la droga.

Il 9 settembre la "Fondazione Futura" di Tirella ha presentato alla stampa un'iniziativa per combattere la droga che sfruttava gli spazi pubblicitari dalla TPL (sui mezzi pubblici cittadini) e un concerto della cantante Alexia che si sarebbe dovuto tenere verso la metà di ottobre. Sfruttando questa presentazione alla stampa, "FOndazione Futura" ha avvicinato l'associazione "Besso Pulita" offrendo una collaborazione che, all'associazione presieduta da Ugo Cancelli, non sarebbe "costata" nulla. "Ci era stata offerta la possibilità di eventualmente organizzare assieme un concerto di Alexia a Besso. Ho chiesto loro di che tipo di collaborazione si sarebbe trattato. Mi hanno detto: 'Faremo tutto noi, voi non vi dovrete preoccupare di nulla'" spiega Cancelli a LaRegioneTicino.

Al quotidiano bellinzonese Cancelli spiega che "Fondazione Futura ci ha semplicemente invitati ad assistere alla loro conferenza stampa, ci sembrava corretto andare a dare un’occhiata. Del resto erano molte le personalità presenti quel giorno".

"In seguito ho scoperto che dietro questa campagna c’era Scientology e ho chiuso subito bottega" prosegue Cancelli spiegando d'essersi accorto del legame "controllando più a fondo la documentazione e gli opuscoli della loro campagna 'La verità sulla droga' (materiale, ricordiamo, prodotto dalla “Foundation for a Drug Free World” e utilizzato in primis dal culto creato da L. Ron Hubbard, ndr). Comunque – puntualizza Cancelli – non bisognava essere dei maghi per scoprire che cosa c’era dietro".

Al quotidiano Sopracenerino Cancelli rivela che il tentativo di collaborazione da parte della "Fondazione Futura" non è il primo da parte di un'associazione legata a Scientology. "Già lo scorso anno ero stato contattato da un’associazione dal nome molto simile che mi puzzava un po’" spiega Cancelli rivelando in seguito che si trattava dell’'Associazione dico no alla droga dico sì alla vita'. "Non mi era piaciuto il modo e pertanto non ho neppure risposto".


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 16:58:22 | 91.208.130.87