Immobili
Veicoli

SVIZZERAChristoph Blocher: «La libertà dei cittadini sia in primo piano»

16.09.21 - 07:58
L'ex Consigliere federale considera «pericoloso» il comportamento delle autorità elvetiche
Keystone
Fonte ats
Christoph Blocher: «La libertà dei cittadini sia in primo piano»
L'ex Consigliere federale considera «pericoloso» il comportamento delle autorità elvetiche
Sebbene sia contro l'estensione del certificato Covid, si è dichiarato favorevole alla decisione di rendere i tamponi a pagamento

ZURIGO - Christoph Blocher è contrario all'estensione del certificato Covid. A suo avviso, lo Stato «dovrebbe dar prova di moderazione», e «la libertà dei cittadini essere in primo piano».

«Durante la pandemia, lo Stato ha avuto i pieni poteri. Ciò è pericoloso. I politici tendono sempre a estendere il proprio potere se non viene loro impedito di farlo», ha sottolineato Blocher in un'intervista pubblicata oggi dalla NZZ.

«I segnali di una dittatura ci sono», ha aggiunto lo zurighese, ripetendo osservazioni già fatte da sua figlia, la consigliera nazionale Magdalena Martullo-Blocher (UDC/GR). Secondo il "leader storico" dell'UDC, una dittatura può pure essere introdotta in modo «pseudo-democratico».

La situazione straordinaria conferisce al Consiglio federale un potere straordinario. Lo Stato di diritto viene aggirato, forse «anche legalmente», ha rilevato Blocher, aggiungendo che «l'amministrazione detta ciò che deve essere fatto in maniera dittatoriale. Ciò deve essere preso sul serio».

A favore dei test a pagamento
Alla domanda se l'UDC non dovrebbe distanziarsi maggiormente dagli "scettici" riguardo al coronavirus o al vaccino, Blocher ha risposto che oggi cittadini onorevoli come i "Freiheitstrychler" (un gruppo della Svizzera centrale che si oppone decisamente alle misure, manifestando spesso al suono di campanacci ndr) vengono condannati semplicemente poiché hanno un'opinione differente.

L'ex ministro ha inoltre difeso il consigliere federale UDC Ueli Maurer che si era mostrato lo scorso week-end con una maglietta di questo gruppo durante una manifestazione. Occorre notare che se Maurer è andato incontro a queste persone e ha parlato con loro, lo ha fatto anche per solidarietà verso gli individui che la pensano diversamente, ha spiegato Blocher.

Il tribuno zurighese ha precisato che, per interesse personale, si è fatto vaccinare contro il coronavirus poiché non voleva ammalarsi. Ha ricordato che l'iniezione è sicura al 95% e che in caso di infezione il decorso della malattia è meno grave rispetto alle persone non vaccinate. Blocher si è inoltre dichiarato favorevole al fatto che i test in futuro siano a pagamento.

COMMENTI
 
marco17 11 mesi fa su tio
Si è vaccinato "per interesse personale", come quasi tutti. Altro che solidarietà e responsabilità. Almeno a lui gli è scappata la verità.
Talos63 11 mesi fa su tio
Quindi incoerenza totale e opportunismo per ingraziarsi i voti dei novax…
marco17 11 mesi fa su tio
Opporsi all'obbligo del certificato Covid per andare al ristorante, al museo o al cinema, non ha niente a che vedere con l'essere no-vax.
Talos63 11 mesi fa su tio
Se tal disat ti … a me sembra che chi si oppone al certificato Covid spesso lo fa perché non vuole vaccinarsi e trova la scusa della libertà individuale
Dalu 11 mesi fa su tio
Personaggio pericoloso…
seo56 11 mesi fa su tio
Ridicolo!!
Nano10 11 mesi fa su tio
Blocher la delusione del partito UDC incoerente e bla bla bla ma mai niente di concreto
Talos63 11 mesi fa su tio
Incoerenza o opportunismo?
Talos63 11 mesi fa su tio
Incoerenza totale o opportunismo? È contro il vaccino, è d’accordo con i novax e li difende, però si è vaccinato per interesse personale…
Blobloblo 11 mesi fa su tio
Si è vaccinato per interesse personale come tutti quelli che si sono fatti vaccinare...mica per gli altri! 😂😂😂
Alex 11 mesi fa su tio
leggi bene l articolo prima di sparare sentenze...
Talos63 11 mesi fa su tio
Spiegami cosa non ho capito dell’artificio…
Talos63 11 mesi fa su tio
@ Alex Mi piacerebbe veramente che mi spiegasse cosa non ho capito dell’articolo…
Aka05 11 mesi fa su tio
Beh, se tutti ragionassero come te saremmo come si dice alla frutta, per fortuna non tutti sono così..
loreen 11 mesi fa su tio
quello che non si comprende in tutto questo delirio sanitario è che comunque, viene imposto di vaccinare tutti ( e nessuno contestata il fatto che la vaccinazione sia un aiuto a contrastare la pandemia) quello che fa rabbrividire è il fatto che molti sanitari sono oramai frontalieri a cui non è richiesto di vaccinarsi e si presentano in ospedale o in case di riposo con il serio rischio di infettare i residenti. Ma di che cosa stiamo parlando quindi ??? Il tampone dev'essere obbligatorio per tutti (vaccinati e non) in Svizzera la sanità è una colossale truffa da troppo tempo (prezzi dei farmaci gonfiati) ci vengono a raccontare che i costi aumentano di anno in anno ma poi vengono assunti frontalieri ovunque e quindi gli stipendi sono bassissimi e soprattutto va detto a tutti che il 90% degli infermieri frontalieri non sono formati in scuole para universitarie o universitarie bensì arrivano da corsi pagati dalle Regioni che vanno dalle 400 alle 800 ore ed in seguito diventano infermieri che entrano a lavorare negli ospedali ticinesi con il rischio di avere alle dipendenze l'ex cassiera di Bennett o di qualche volgare negoziato del varesotto. Un grande esempio lo possiamo trovare all'interno di EOC Faido
marco17 11 mesi fa su tio
Ma guarda che scoperta: come al solito è sempre e soltanto colpa dei frontalieri. Se non ci fossero dipendenti frontalieri, ospedali, cliniche e case per anziani del Ticino, chiuderebbero domani o i degenti dovrebbero arrangiarsi con il "fai da te".
Alex 11 mesi fa su tio
nessuno impone niente a nessuno...
Aka05 11 mesi fa su tio
👍🏻
Alex 11 mesi fa su tio
a non dire idiozie
F/A-19 11 mesi fa su tio
Poi i nostri giovani non trovano lavoro, che studiassero per diventare infermieri, magari anche bravi, dimodo che il lavoro l’avrebbero!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA