keystone-sda.ch (ENNIO LEANZA)
L'assemblea dei delegati del PPD ha sancito il cambiamento del nome in Alleanza di Centro.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
21 min
No alle molestie, anche in ambito culturale
La notizia giunge dopo gli scandali emersi nella danza a inizio giugno.
SVIZZERA
25 min
Lungo autostrade e ferrovia c'è energia da sfruttare
Con l'installazione d'impianti fotovoltaici sui ripari fonici, si potrebbero ricavare 101 GWh all'anno
SVIZZERA
49 min
Gli infermieri non vogliono cambiare mestiere
Ma chiedono delle condizioni di lavoro migliori. Lo dice uno studio
GIURA
1 ora
Giura, il lupo è tornato
La presenza del predatore è stata confermata dalle autorità cantonali.
BERNA
1 ora
Per cambiare sesso bastano 75 franchi
Una modifica di legge permette di sveltire il cambio nello stato civile.
SVIZZERA
1 ora
Un anno in più di Covid Pass dopo la terza dose
Durante la conferenza stampa di ieri gli esperti avevano erroneamente detto che il pass non sarebbe stato prolungato.
SVIZZERA
1 ora
Arriva Emmo, il pupazzo contro la violenza sui bambini
L'idea è di Protezione dell'infanzia Svizzera, ed è pensata come uno strumento contro la violenza sui piccoli.
SVIZZERA
12 ore
Terza dose. Con quale vaccino? Da quando? E il certificato?
Domande e risposte sulla vaccinazione anti-Covid di richiamo, approvata oggi da Swissmedic per le persone a rischio
BASILEA
15 ore
Il controllore omicida è al sicuro a Hong Kong
Karim Ouali ha fatto perdere le sue tracce nel 2011. Ora la Cina non vuole estradarlo
GRIGIONI
17 ore
«Vogliamo che venga finalmente rinchiuso»
Nel 2017 il frontale costato la vita a una 27enne. Condannato, l'automobilista non aveva accettato la sentenza
SVIZZERA
17 ore
Salmonelle negli zigoli dolci
Il prodotto è stato ritirato dagli scaffali. Si consiglia di non consumarlo
SVIZZERA
28.11.2020 - 13:490
Aggiornamento : 16:25

I delegati approvano: il PPD cambia nome e diventa Alleanza del Centro

Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD

BERNA - Giornata storica oggi per il Partito popolare democratico (PPD). I delegati hanno approvato in assemblea il nuovo nome Alleanza del Centro e la fusione con il Partito borghese democratico (PBD), i cui membri avevano già dato l'assenso due settimane fa.

In apertura di assemblea, il presidente del partito Gerhard Pfister aveva chiaramente detto che non esisteva un piano B in caso di bocciatura della nuova denominazione e della fusione.

Con un "no", in occasione delle prossime elezioni si sarebbe dovuto decidere con quale strategia presentarsi, e sarebbe stata in primis una responsabilità degli oppositori, aveva sottolineato Pfister.

L'unione col PBD e il nuovo nome - sempre secondo il presidente - risolvono un problema strutturale che si trascina da 40 anni: «Non siamo mai riusciti a effettuare il salto oltre i nostri luoghi di origine, poiché veniamo percepiti come partito cattolico o particolarmente religioso».

Quale partito nazionale, il PPD ha bisogno di successo in tutti i cantoni. Il presidente della formazione politica stima il potenziale elettorale attorno al 20%, quando nel 2019 è stato ottenuto solamente l'11%.

Alleanza del Centro - I delegati - a causa del coronavirus riuniti in modo decentrato in 13 località, fra le quali Lostallo (GR) - hanno ascoltato il loro presidente, e con 325 voti contro 57 hanno approvato il nuovo nome Alleanza del Centro.

Togliere la radice cristiana dal nome tedesco e francese non ha spaventato i delegati, che hanno sostenuto che lo spirito e l'ideologia stanno nel partito, e non nella "confezione esterna".

Il nuovo nome è però una possibilità di rilancio. Il ruolo centrale del partito nel mantenimento degli equilibri nello scacchiere politico è inoltre rappresentato meglio dal concetto di "Centro", è stato sostenuto nel corso della discussione. Non vi è poi ora più il rischio di allontanare persone di confessioni diverse.

Fusione con il PBD - Approvata a larga maggioranza - 336 voti contro 25 e 2 astensioni - anche la fusione con il PBD. In questo caso la discussione è stata piuttosto breve. Con la fusione, i delegati vedono infatti chiaramente una possibilità di crescita per il partito. Entrambe le formazioni politiche lottano contro una costante perdita di voti.

I delegati si sono detti coscienti del fatto che questa nuova realtà - che vedrà luce ufficialmente il primo gennaio 2021 - non porterà automaticamente al successo, ma servirà duro lavoro. Per prima cosa, sarà necessario lavorare ad un programma di partito. I vertici della formazione verranno scelti all'inizio del nuovo anno.

Alle Camere federali PPD e PBD, assieme al Partito evangelico svizzero (PEV), formano già un unico gruppo parlamentare. Il nuovo nome del partito vale a livello nazionale, ma a livello cantonale le singole frazioni possono scegliere autonomamente se adottarlo o no.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 11:25:05 | 91.208.130.89