Depositphotos (AllaSerebrina)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
12 min
Ricevono la disdetta e ritrovano i loro appartamenti su Airbnb
Un inquilino racconta l'incredibile vicenda e promette battaglia per restare nella sua casa
SVIZZERA
26 min
«Pronto a diventare presidente dei Verdi»
Il capogruppo ecologista alle Camere federali Balthasar Glättli conferma la sua candidatura. Il successore di Regula Rytz verrà designato il 28 marzo
FOTO
SVIZZERA
1 ora
Altro duo per la presidenza del PS
I consiglieri nazionali Mathias Reynard e Priska Seiler Graf hanno deciso di correre insieme per la co-presidenza
VALLESE
12 ore
La terra ha tremato in Vallese
Una lieve scossa di grado 3 è stata avvertita questa sera, nella zona di Grächen
GINEVRA
13 ore
Quei flirt (pericolosi) tra secondini e detenuti
L'ultimo caso è avvenuto nella prigione-ospedale Curabilis nel Canton Ginevra. Il più eclatante fu quello di Hassan Kiko e Angela Magdici
BERNA
15 ore
Le spara «per passione», arrestato
Una donna di Thun ferita da un colpo di pistola. È in gravi condizioni. In manette un uomo
SVIZZERA
15 ore
Le piazze svizzere contro il 5G
Manifestazioni oggi a Berna, Ginevra e Zurigo. I dimostranti «preoccupati per la salute»
GRIGIONI
15 ore
Tagliata fuori dalla foto con Greta
L'attivista ugandese Vanessa Nakate polemizza con l'agenzia AP: «Discriminata perché di colore»
VAUD
19 ore
Il predatore sordo che la giustizia non ha saputo fermare
Per almeno un decennio un giovane ha abusato sessualmente di diverse ragazze con il suo stesso handicap. E questo nonostante le condanne
SVIZZERA
20 ore
«Pragmatismo e fiducia in se stessi», ecco il Maurer-pensiero
Il consigliere federale democentristasi è battuto per una politica ambientale pragmatica e una politica estera consapevole
SVIZZERA
21 ore
Albert Rösti lancia la campagna per limitare l'immigrazione
Secondo il presidente dell'UDC l'accordo di libera circolazione deve essere abolito: «È dannosa per economia e natura e causa carenza di alloggi»
FOTO
ARGOVIA
22 ore
Il piede incastrato tra gas e freno, poi lo schianto
Il tamponamento, avvenuto ieri sera ad Aarburg, ha provocato il ferimento di sei persone
NIDVALDO
23 ore
Camionista ubriaco fermato sull'A2
L'uomo, diretto verso sud, è stato intercettato ieri sera a Beckenried. La polizia nidvaldese gli ha ritirato la patente
ARGOVIA
23 ore
Minaccia un tassista con il coltello: arrestato un 26enne ad Aarau
Fuggito a mani vuote, l'aggressore è stato in seguito fermato dalla polizia
SVIZZERA
1 gior
Gli 007 elvetici «non sorvegliano i politici»
Il direttore del SIC difende l'operato dei servizi segreti svizzeri e smonta la polemica. Anche se i dubbi su certe attività rimangono
SAN GALLO
1 gior
Donna investita sulle strisce
Una 38enne ha riportato lievi ferite ieri pomeriggio a Bad Ragaz
SVIZZERA
1 gior
Traffico nei cieli per il WEF, nonostante il clima
Durante il Forum sono stati rilevati mille movimenti aerei in più. Numero stabile rispetto allo scorso anno
SVIZZERA
04.12.2019 - 11:230
Aggiornamento : 13:27

Nestlé: niente più congedi maternità, ma un solo congedo parentale

Che potrà essere richiesto sia dalle mamme che dai papà e durerà 18 settimane, l'azienda basilese: «Ogni famiglia è unica»

di Redazione
Ats

BASILEA - Neutralità di genere per Nestlé, che cancella i termini di madre e padre: il colosso dell'alimentare annuncia oggi il lancio di una politica globale di sostegno alla famiglia, che prevede l'introduzione di un nuovo modello di congedo parentale.

Dal prossimo anno il «prestatore di cure primario» (primary caregiver, premier parent référent o primäre Betreuungsperson, secondo la terminologia utilizzata in un comunicato pubblicato in tre lingue) avrà diritto a 18 settimane di congedo retribuito, invece delle 16 attuali attuali, mentre al secondary caregiver verranno riconosciute al minimo 4 settimane. Attualmente presso la multinazionale è in vigore un congedo paternità di 5 giorni.

Dei nuovi standard potranno approfittare tutti i 300'000 dipendenti in tutte le sedi nel mondo di Nestlé. L'adeguamento alla nuova normativa dovrebbe essere completato entro la fine del 2022.

«Ogni famiglia è unica», afferma il CEO Mark Schneider citato in un comunicato, «e per questo motivo abbiamo sviluppato una politica di supporto ai genitori flessibile. Sostenere il corretto sviluppo dei neonati rientra nei valori fondamentali della nostra azienda fin dalla sua nascita».

«Vogliamo fare di Nestlé un luogo di lavoro ancora più inclusivo e stimolante», fa sapere dal canto suo la responsabile delle risorse umane Béatrice Guillaume-Grabisch. «Questa politica andrà a vantaggio di ciascuno dei nostri dipendenti».

In Svizzera, Nestlé attuerà la nuova politica di sostegno ai genitori già a metà del 2020 in tutti i suoi siti, comprese le sedi amministrative, le fabbriche e i centri di ricerca, per un totale di circa 9.700 persone.

Commenti
 
tazmaniac 1 mese fa su tio
beh, ottima idea direi, da la possibilità di essere flessibili al massimo come famiglia e scegliere chi dei due resta a casa, complimenti.
Victor Italiano 1 mese fa su fb
Ma avete aperto e letto l’articolo?
Bà Munta 1 mese fa su fb
Tanto allattare non è importante per la Nestlè..
Regina Pasta 1 mese fa su fb
In norvegia è simile, 8 mesi di congedo alla madre e 3 al padre che è stupido perchè non puoi scegliere, non tutte le famiglie possono permettersi di avere il padre a casa x 3 mesi lol
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
8 mesi e 3 mesi per il padre (ammesso che sia cosi) sono retribuiti, non é che ti obbligano a stare a casa senza stipendio e lo stesso avviene alla Nestlé
Regina Pasta 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa il punto che mio marito ha un ruolo importante nell’azienda in cui lavora, molto piú difficile x lui rimanere a casa invece che io..
Manu Chinelli 1 mese fa su fb
Complimenti a Nestlé!
Clara Latundra Rossetti 1 mese fa su fb
quindi partoriscono gli uomini ora?
Kri HR 1 mese fa su fb
Clara Latundra Rossetti parità
Clara Latundra Rossetti 1 mese fa su fb
Kri HR siamo già pieni di parassiti... ci manca di dover pagare i padri proventi da certe regioni del mondo dove col cavolo che aiutano le donne
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Ma non era un’azienda Vodese la Nestle?! 🤔
Cristina Botta 1 mese fa su fb
Che scemata.
Manu Chinelli 1 mese fa su fb
Cristina Botta ma perché scusa? Per una volta che si sente una buona notizia la gente deve sempre lamentarsi. E’ vero voi mamme partorite, ma avere i papà a casa per i primi 4 mesi dalla nascita del figlio penso che sia oltre che da aiuto per la mamma molto importante anche per i papà. Io non capisco veramente bisogna sempre lamentarsi per tutto.
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Manu Chinelli ma gaurdi che forse non ha capito, il cambiamento principale non é tanto le 4 settimane per il secondo genitore ma che puo' essere il padre a stare a casa 18 settimane e la madre rientrare dopo 4.
Amaia Inauen Bermudez 1 mese fa su fb
E poi assumono buona parte del loro personale come temporanei con le varie agenzie 👍👏🙊
Cinzia Cattaneo Airaghi 1 mese fa su fb
Questa è parità. Staremo a vedere che ora alle femministe non andrà bene...
Marti Marti 1 mese fa su fb
ah si infatti. L‘uomo porta in grembo 9 mesi un bimbo o bimba... ma per favooooore!
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Marti Marti e soprattutto partorisce, magari con un cesareo, allatta ecc. ecc...
Marti Marti 1 mese fa su fb
❤️
Giancarlo Baffa 1 mese fa su fb
Marti Marti Raffaella Norsa quindi in base a questo se i vostri mariti lavorassero alla Nestlé, sareste contrarie se lui potesse avere 18 mesi di congedo per stare con voi?
Cristina Botta 1 mese fa su fb
Giancarlo Baffa forse non l’hai capita tu
Cinzia Cattaneo Airaghi 1 mese fa su fb
Giancarlo Baffa 18 settimane... comunque no, credo che gli altri non abbiano capito
Cinzia Cattaneo Airaghi 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa oh tu guarda! Allora la parità è vero che non può esserci 😉 comunque esiste il biberon. Strano che quando si parla di congedo tutte che allattano al seno, poi invece...
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Cinzia Cattaneo Airaghi guardi con me casca male perché nonostante ai tempi lavorassi in Italia dove la donna in maternità é molto protetta, non ho fatto un giorno di malattia e ho iniziato a stare a casa quando é subentrata la maternità obbligatoria, ho allattato mio figlio sino a quando ho potuto e tra l'altro non deve essere lei a decidere se una persona allatta il proprio figlio o debba dargli il beberon. Certo é che una madre ha diritto di stare a casa con il neonato per diversi motivi, il marito puo' avere un congedo di tre quattro giorno e direi che é piu' che sufficiente. Sicuramente lei non ha figli. In questo caso non si parla di parità perché altrimenti gli uomini dovrebbero stare in gravidanza 9 mesi, partorire e allattare. Non mi sembra molto difficile da comprendere. Aggiungo anche che sicuramente questo provvedimento é stato preso per tutelare tutte le coppie omosessuali che in caso di due padri avrebbero pochi diritti. Comunque non cambia molto, la madre ha diritto a 18 settimane e il padre a 4, se poi c'è qualche donna che vuole invertire i ruoli e andare a lavorare a 4 settimane dal parto e trova iun marito che sta a casa 18 settimane con il figlio liberissima di farlo
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Giancarlo Baffa forse non ha capito lei, la nuova regola dice che il primo genitore che puo' essere il padre o la madre, puo' stare a casa 18 settimane e non 18 mesi mentre il secondo 4 settimane. In ogni famiglia sono liberi di scegliere come meglio credono. Se una madre ha voglia di tornare a lavorare a 4 settimane dal parto e il marito stare a casa 18 settimane liberissimi di farlo. C'é anche da dire che una madre che a 4 settimane dal parto vuole tornare a lavorare e lascia il marito a casa con il figlio a mio parere era meglio non ne facesse
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-26 10:22:01 | 91.208.130.87