Immobili
Veicoli
No-mask impedisce al volo di partire, buttata fuori di forza

ZURIGONo-mask impedisce al volo di partire, buttata fuori di forza

06.02.22 - 14:34
Una donna che si è opposta alla mascherina è stata accompagnata con la forza fuori da un aereo all’aeroporto di Zurigo.
20Minuten/screen shot video
No-mask impedisce al volo di partire, buttata fuori di forza
Una donna che si è opposta alla mascherina è stata accompagnata con la forza fuori da un aereo all’aeroporto di Zurigo.
L'insistenza della passeggera ha richiesto l'intervento della polizia. Ed episodi del genere sarebbero sempre più frequenti.

ZURIGO - È stata una vera e propria operazione di polizia, quella svoltasi venerdì all'aeroporto di Zurigo. Le forze dell'ordine sono dovute intervenire per buttare fuori da un aereo una passeggera. Il motivo? Rifiutava insistentemente di indossare la mascherina. 

«La donna è salita sull'aereo senza mascherina e si è seduta al suo posto», racconta a 20Minuten un’altra passeggera del volo di Iberia. «Quando gli assistenti di volo le hanno ricordato il requisito della mascherina, si è creata una grossa discussione. Anche dopo le abituali istruzioni del pilota, lei non ha voluto indossare la mascherina. Poi è stata chiamata la polizia».

A quel punto si è nuovamente tentata la via del dialogo, continua la testimone, ma la giovane non ne ha voluto sapere: «Dopo pochi minuti, le è stato chiesto di uscire dall'aereo». La donna non si è però data per vinta: «Ha resistito e ha cercato di rimanere seduta il più a lungo possibile. Alla fine, due agenti l’hanno accompagnata di forza fuori dall'aereo». Il risultato? Un decollo con 20 minuti di ritardo.  

Anche per la compagnia aerea Swiss, interventi di questo tipo sono in aumento. E la causa non è sempre il mancato rispetto delle disposizioni Covid: alcol e droga giocano spesso un loro ruolo. «Ci sono più di frequente discussioni con i passeggeri, gravi al punto da portare a una denuncia alle autorità o alla necessità di un’operazione di polizia», spiega la portavoce Karin Müller. In linea di principio, tuttavia, il requisito della mascherina a bordo è ben rispettato.

Edelweiss conferma il trend. «In casi isolati abbiamo dovuto anche chiamare la polizia», spiega il portavoce della compagnia Andreas Meier. I passeggeri sono diventati più offensivi nei confronti dei membri dell'equipaggio, continua Meier, ma, specifica: «Il nostro staff cerca di calmare tali situazioni. Nella maggior parte dei casi, i problemi possono essere risolti parlando con il passeggero interessato». 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA