Immobili
Veicoli

SVIZZERAAbusi e negligenza nelle cliniche, cinque bimbi morti nel 2021

09.06.22 - 10:36
Il numero di vittime di abusi è aumentato nel secondo anno della pandemia di Covid-19.
Ti-Press (archivio)
Fonte ats
Abusi e negligenza nelle cliniche, cinque bimbi morti nel 2021
Il numero di vittime di abusi è aumentato nel secondo anno della pandemia di Covid-19.
Nelle venti cliniche prese in considerazione si sarebbero pure verificati 1'656 casi di maltrattamento di bambini e adolescenti (noti o sospetti).

BERNA - Cinque bambini sono morti l'anno scorso nelle cliniche pediatriche svizzere a causa di abusi o negligenza. Si tratta di uno in più rispetto al 2020. Due delle vittime avevano meno di un anno.

Il numero di vittime di abusi è aumentato nel secondo anno della pandemia di Covid-19. Le 20 cliniche che hanno partecipato all'indagine hanno riportato 1656 casi di maltrattamento di bambini e adolescenti noti o sospetti. Rispetto all'anno precedente, ciò rappresenta un aumento del 4,1%, ha dichiarato giovedì la Società svizzera di pediatria (SSP).

La violenza fisica è il tipo di abuso più comunemente registrato. L'anno scorso sono stati censiti non meno di 492 casi, con una diminuzione del 29,7% rispetto al 2020, anno in cui si era censito un aumento molto consistente (36,7%).

I casi di negligenza sono aumentati del 29,3% (485 casi) e quelli di violenza psicologica del 23,7% (392). Il numero di casi di abuso sessuale segnalati ha raggiunto le 272 unità, con un aumento del 16,4%.

Diagnosi affidabili - Le diagnosi di maltrattamenti sui minori sono affidabili: il tasso di certezza è del 62,3%, afferma la SSP. È più alto nei casi di abuso fisico e psicologico e di negligenza, mentre l'incertezza è maggiore per i sospetti abusi sessuali o di sindrome di Munchausen per procura (un disturbo mentale che affligge genitori o tutori e li spinge ad arrecare un danno fisico alla prole o ad altra persona incapace per farlo credere malato e attirare l'attenzione su di sé).

Il rapporto identifica per la prima volta l'abuso psicologico causato dall'assistere ad atti di violenza domestica. È emerso che quasi la metà dei casi di maltrattamento psicologico segnalati è dovuta a questo fattore. Assistere alla violenza domestica può avere sui bambini un impatto altrettanto grave della violenza diretta, precisa la SSP.

Le bambine più spesso vittime - Le bambine sono più spesso vittime rispetto ai maschi (55%). I dati relativi alla differenza di genere sono rimasti pressoché costanti negli ultimi dieci anni.

Il numero di casi di abuso sessuale è sei volte superiore tra le ragazze. Anche la quota di maltrattamenti psicologici ha continuato ad aumentare tra le ragazze, mentre gli abusi fisici sono leggermente superiori tra i ragazzi.

Vittime molto giovani - Il rapporto conferma che anche i bambini molto piccoli sono ad alto rischio di maltrattamento. Al momento della diagnosi, 330 bambini avevano meno di un anno (19,9%), 569 bambini meno di quattro anni (34,4%) e 711 bambini meno di sei anni (42,9%).

Il numero di casi non registrati dovrebbe essere elevato poiché i bambini così piccoli spesso non sono soggetti a un regolare controllo esterno.

In più di tre quarti dei casi (77,7%) l'abuso è stato commesso da un membro della cerchia familiare e nel 13,1% da un conoscente. I maltrattamenti psicologici e la negligenza si verificano quasi esclusivamente all'interno della famiglia. La maggior parte degli abusi sessuali è stata commessa da persone appartenenti alla cerchia dei conoscenti, ma un terzo è avvenuto all'interno della famiglia.

Autori di sesso maschile - In tutti i tipi di abuso, gli uomini single o assieme a donne (di solito la coppia genitoriale) sono più spesso identificati come responsabili di abusi rispetto alle donne single.

Gli abusi sessuali sono perpetrati in oltre l'80% dei casi da uomini soli. Anche gli abusi fisici sono in gran parte attribuiti agli uomini. In quasi la metà dei casi di maltrattamenti psicologici e negligenza psicologica, entrambi i genitori sono ritenuti responsabili.

Al contrario, le donne sono responsabili di quasi tre quarti dei casi (sospetti) di sindrome di Munchausen per procura e del 40% di tutte le negligenze.

Nel 58% dei casi, il maltrattamento è stato commesso da una sola persona. La quota di minori autori di reato è rimasta elevata, dopo aver raggiunto il 12,2% nel 2020, il livello più alto finora. Gli abusi fisici sono commessi da minori nel 20,7% dei casi, quelli sessuali nel 26,6%.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA