Cerca e trova immobili

SVIZZERAFarmaci importati illegalmente: «La metà non contiene quanto indicato»

21.02.22 - 09:39
Le spedizioni illecite bloccate in dogana sono esplose nel 2021 toccando quota 9'421.
Keystone
Farmaci importati illegalmente: «La metà non contiene quanto indicato»
Le spedizioni illecite bloccate in dogana sono esplose nel 2021 toccando quota 9'421.
I medicamenti illegali più confiscati restano gli stimolanti per l'erezione. Swissmedic: «Attualmente soprattutto intermediari criminali polacchi offrono prodotti provenienti dall’Asia».

BERNA - Una vera e propria esplosione dei farmaci vietati si è registrata lo scorso anno. Sono infatti ben 9'421 le importazioni illegali di medicamenti confiscate alle dogane elvetiche da Swissmedic e l’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC). «Per la maggior parte - precisa l'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici - si è trattato ancora una volta di stimolanti per l'erezione». 

Metà dei farmaci non contiene quanto indicato - Attualmente questo mercato illegale è nelle mani d’intermediari polacchi che offrono prodotti provenienti dall'Asia. Prodotti che però spesso non sono quello che dovrebbero essere. «Un preparato su due offerto illegalmente - precisa Swissmedic lanciando l'allarme - non contiene quanto indicato. Assumere medicamenti senza ricetta o con ricetta fittizia mette a rischio la salute».

Esplosione di sequestri - Nel 2021, come detto, le autorità doganali e sanitarie hanno trattato ben 9'421 spedizioni illegali. Un numero di gran lunga superiore all'anno precedente, quando ci si era fermati a 6'733. In testa alla classifica dei medicamenti illegali sequestrati rimangono gli stimolanti per l'erezione. «Rappresentano - precisa Swissmedic - poco più dei tre quarti delle spedizioni confiscate». Seguono molto distaccati quei medicamenti soggetti a prescrizione come gli ormoni o gli antinfiammatori (17%) e sonniferi e tranquillanti (5%).

Una pandemia di medicinali - Anche la pandemia di Covid-19 ha influito (relativamente) sui medicamenti sequestrati. «Circa 150 spedizioni contenenti quantità illecite di medicamenti soggetti a prescrizione, tra cui antiparassitari con il principio attivo ivermectina, medicamenti con idrossiclorochina e antibiotici provenienti dall’India».

Polonia leader del contrabbando - La Polonia è il primo Paese europeo a issarsi in testa alla classifica del contrabbando, superando anche le nazioni asiatiche. Tuttavia - precisa Swissmedic - le spedizioni sequestrate di stimolanti per l’erezione provenienti dal Paese dell'Est contenevano esclusivamente prodotti fabbricati in India. «Sospettiamo che siano stati creati nuovi canali di distribuzione illegali dopo che nell’ottobre 2020 le autorità avevano bloccato con successo la via di transito attraverso Singapore nell’ambito dell’azione "Hydra" coordinata a livello internazionale».

NOTIZIE PIÙ LETTE