BERNAEffetti indesiderati dei vaccini, ecco le cifre

11.02.22 - 18:15
Alcuni casi sono segnalati come non gravi, altri invece come gravi
tipress
Effetti indesiderati dei vaccini, ecco le cifre
Alcuni casi sono segnalati come non gravi, altri invece come gravi
Si è contato anche qualche decesso, ma vi erano altre cause più probabili che potevano spiegare l’evento

BERNA - Fino all’8 febbraio 2022 sono state esaminate 12'334 notifiche di sospette reazioni avverse da medicamenti. Di queste, 7'649 (62 %) sono state segnalate come «non gravi», mentre 4'685 casi sospetti (38 %) sono stati notificati a Swissmedic come «gravi».

Nella maggior parte dei casi, una notifica fa riferimento a più di una reazione. In totale sono state notificate 39'991 reazioni, il che corrisponde a una media di 3,24 reazioni avverse per notifica.

Secondo la legge sugli agenti terapeutici (LATer), chi esercita una professione sanitaria è tenuto a segnalare a Swissmedic gli effetti collaterali gravi registrati in Svizzera. Nello specifico sono 6'006 (48,7%) le notifiche inoltrate da operatori sanitari. I cittadini però possono notificare volontariamente sospetti effetti collaterali dei medicamenti. Infatti più della metà delle segnalazioni, 6'318 (51,3%), sono state inviate direttamente dalle persone colpite, dai pazienti o dai familiari.

La maggior parte degli interessati aveva un’età compresa tra i 18 e i 64 anni (in media 51,6 anni). La percentuale di persone di età superiore ai 65 anni era del 22,3% e quella di persone di età compresa tra i 12 e i 17 anni del 1,2%.

Sono 7'799 (63,3%) le notifiche che riguardavano le donne, mentre 4'163 (33,8%) quelle che riguardavano gli uomini. In alcune notifiche mancano informazioni sull’età o sul sesso.

Per quanto riguarda i rispettivi vaccini sono 8'350 (67,7 %) le notifiche che si riferiscono al preparato Spikevax® di Moderna (il vaccino impiegato per circa il 63 % delle dosi somministrate e il più utilizzato in Svizzera), mentre 3'627 (29,7 %) quelle relative al Comirnaty® di Pfizer/BioNTech (utilizzato per circa il 37 % delle dosi somministrate). In alcuni casi non è stato specificato il vaccino.

Notifiche classificate come gravi - Circa il 38 % dei casi è stato classificato come grave da chi ha inoltrato la segnalazione. L’età media delle persone colpite in questi casi è di 54 anni. Sono stati riportati con maggiore frequenza febbre, mal di testa, affaticamento, brividi, nausea e vertigini. Queste reazioni note prevalgono anche nei casi non gravi.

Morti probabilmente non attribuibili al vaccino - In 199 dei casi gravi sono stati registrati decessi a differenti intervalli di tempo dalla vaccinazione. L’età media delle persone decedute era di 79,5 anni. Analizzando questi casi in maniera più approfondita, vi erano altre cause più probabili che potevano spiegare l’evento sulla base dei dati a disposizione, nonostante un’associazione temporale con la vaccinazione.

Vaccinazioni di richiamo (booster) - In relazione alle oltre 3,5 milioni di dosi di richiamo finora somministrate, sono state esaminate 581 notifiche di casi sospetti. A eccezione delle notifiche in merito a reazioni cutanee, il profilo degli effetti collaterali segnalati dopo la vaccinazione di richiamo corrisponde agli effetti collaterali notificati dopo la prima e la seconda vaccinazione.

Le notifiche di effetti indesiderati finora ricevute e analizzate non incidono sul profilo rischi-benefici positivo dei vaccini anti-COVID-19 utilizzati in Svizzera. Gli effetti collaterali noti dei vaccini anti-COVID-19 sono elencati nelle informazioni sul medicamento e vengono costantemente aggiornati e pubblicati sul sito www.swissmedicinfo.ch.

COMMENTI
 
Suissefarmer 11 mesi fa su tio
la guerra, cosa aspettate a dire basta? blocchiamo i soldi a tutti.
emib53 11 mesi fa su tio
Forse i dati andrebbero letti in un altro modo, dato che i casi segnalati sono comunque statisticamente irrilevanti rispetto al numero di vaccinati, si dovrebbe considerare maggiormente, anche se non si può conoscere esattamente, il numero di persone che sarebbero forse morte senza il vaccino. Poi chiunque può tentare di manipolare i dati per dimostrare ciò che vuole, ma dire che non è servito è decisamente falso, come anche affermare che è ancora sperimentale. Se si potranno allentare le misure non sarà certo grazie ai non vaccinati.
tartux 11 mesi fa su tio
Estimare i morti che ci sarebbero stati in caso di non vaccinazione é difficile da fare perché non sappiamo quanto la vaccinazione abbia influito come barriara di trasmissione del virus. quello che si può calcolare é il tasso di mortalità nei due gruppi (vaccinati e non). MI sembra che si parlava di una differenza di 25 vole più morti tra i non vaccinati ma non son sicuro della cifra devo ritrovare la refenenza.
Andy_Andy 11 mesi fa su tio
Guardando i dati dei decessi nel 2020 senza vacvino è chiaro, +80 sovramortalità netta 65-79 leggermente in aumento e 0-64 nella media. Era fondamentale vaccinare tutti o quasi? Davvero solo il vaccino ci fa uscire o magari è anche grazie alla la variante più blanda? Vedi Sud Africa ecc. dove i vaccinati sono la stra grande minoranza.. Inoltre prima di giardare i numeri di decessi e ospedalizzati si dovrebbe conoscere i reali numeri degli stessi causati dal covid e non catalogati come covid solo perchè positivi ma con ricoverati o morti per altre patalogie. Questi sia in Svizzera che in altri paesi a quanto detto non sono pochi.. Poi il vaccino abbia aiutato persone più a rischio, non ci sono dubbi. La mia domanda è se era fondamentale per tutti.
Thinks 11 mesi fa su tio
Certo, I dati vengono pastorizzati alle "pecore'" come meglio fa al caso loro. Per esempio si è deciso di rinchiudere oltre il 90% della popolazione sana e attiva (che non gli fa un baffo) a fronte di un scarso 10% di problematici a questa schifezza, provocando il decesso allo 0.00x% di persone (la maggior parte anziani con altri problemi) in tutto il globo! Inoltre NON si parla dei guariti naturalmente (anche senza accorgersene) , che sono migliaia nel mondo...
Duca72 11 mesi fa su tio
Devono scrivere pur qualcosa per alleggerire giudizi negativi verso le persone associali che per egoismo non si sono fatte vaccinare. Per quanto mi riguarda ho imparato a conoscere queste persone in base ai discorsi e ragionamenti e se pur il vaccino sia una libera scelta adesso li evito , io mi contorno solo di gente che pensa alla collettività e al bene dellla società.
Fkevin 11 mesi fa su tio
Ne sono anche morte di persone vaccinate (vedo sempre sul sito nazionale). Quindi, sinceramente non vedo l'ora di questo mercoledì e auguro una bella riapertura. Mi auguro pure una bella riflessione personale su tutto quello che è accaduto quest' anno, per colpa di un inutile vaccino sperimentale che non ha funzionato come volevano. Non so voi, ma non vedo l'ora di tornare come nel 2019. Anzi spero che quest'anno si guarderà di più la natura, siccome di vaccini,booster, tamponi, mascherine, ecc.. migliaia di migliaia di tonnellate di materiale è stato buttato via e ritrovato in ogni angolo della terra. Quindi auguro (improbabile) che la politica guardi altre cose, non questa cavolata di 2 anni.
NOTIZIE PIÙ LETTE