20 minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 min
I centri commerciali hanno perso un miliardo a causa della pandemia
Nei quasi 200 "paradisi dello shopping" svizzeri la flessione del fatturato nel 2020 è stata in media del 5,8%.
BERNA
1 ora
Coronavirus: task force ottimista
L'incidenza di varianti più preoccupanti, come la Delta, continua a essere molto contenuta e i numeri calano.
BELLINZONA
3 ore
Estremisti islamici, la difesa chiede l'assoluzione
Queste le parole di uno degli imputati: «Ero pronto a morire e a commettere attentati, ma quella è storia antica».
GRIGIONI
4 ore
L'home office arriva fino alla gola della Viamala
Nei Grigioni un'iniziativa per andare incontro ai turisti-lavoratori
ZURIGO
4 ore
Uccise una donna a martellate, in terapia psichiatrica
Al momento della tragedia il 35enne molestava la sua vittima già da anni.
SONDAGGIO
SVIZZERA
5 ore
Se il datore di lavoro ti chiede se sei vaccinato
Ai collaboratori di una filiale Raiffeisen di Zurigo è stato chiesto anche il relativo attestato
SVIZZERA
6 ore
Alain Berset vola a Berlino per parlare di sanità
Il Consigliere federale incontrerà lunedì il ministro della salute tedesco Jens Spahn.
SCIAFFUSA
7 ore
Investita sulle strisce, morta una 70enne
L'anziana è stata urtata da una motocicletta ieri pomeriggio a Sciaffusa.
SVIZZERA
8 ore
Coronavirus in Svizzera: 194 casi e 7 decessi
Sempre più basso il tasso di positività, oggi allo 0,92%
SVIZZERA
8 ore
La situazione rimane "particolare"
Respinta la mozione di Marco Chiesa, che chiedeva alle Camere federali di tornare alla normalità parlamentare
SVIZZERA
9 ore
Certificato Covid, spunta la versione "light"
Conterrà solo i dati strettamente necessari e dovrebbe garantirne una maggiore protezione.
ZURIGO
26.04.2021 - 09:050
Aggiornamento : 13:38

Test anticorpali gratuiti per allentamenti più veloci

Un svizzero su tre ha già avuto il Covid. Ma molti non lo sanno.

Con dei test attendibili si potrebbe gestire meglio la campagna vaccinale e abolire più velocemente le restrizioni in atto

ZURIGO - Secondo l'ultima stima dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), circa 2,8 milioni di svizzeri sono già stati infettati dal coronavirus dallo scoppio della pandemia. Ma molti di loro non ne sanno nulla: le statistiche mostrano che solo circa 650.000 sono stati testati durante l'infezione acuta.

Un'infezione sopravvenuta può essere rilevata con un test degli anticorpi. Tuttavia, senza un test PCR positivo, non si può averne la certezza. Secondo il governo federale, i test attuali non sono sufficientemente affidabili. «È possibile che questi mostrino la presenza di anticorpi quando invece non ci sono. Le persone sottoposte al test si cullano quindi in un falso senso di sicurezza. Pertanto al momento lo sconsigliamo», si legge sull'homepage dell'UFSP.

L'esperto chiede studi sui test anticorpali - Secondo Didier Trono, capo del gruppo di esperti di diagnostica della Taskforce scientifica, ora ci sono modi per misurare in modo affidabile le concentrazioni di anticorpi neutralizzanti contro il Covid-19. Resta da indagare se da soli bastino a proteggere. «Finora, la politica e le autorità hanno prestato troppa poca attenzione a questo argomento», afferma Trono che chiede di approfondire l'argomento.

«Dovremmo condurre uno studio a livello nazionale il prima possibile per scoprire quali sono i marcatori sostitutivi più affidabili per l'immunità protettiva», afferma Trono. Ciò consentirebbe di sviluppare test «che potrebbero servire come base per i passaporti di immunità, in cui potrebbe essere documentata anche l'immunità protettiva a seguito di una recente infezione».

«Coloro che si sono ripresi potrebbero rimanere aspettare per il vaccino» - Andreas Widmer, infettivologo e presidente del centro nazionale per la prevenzione delle infezioni di Swissnoso, aggiunge: «Un test anticorpale affidabile dovrebbe essere sviluppato e convalidato il più rapidamente possibile per dimostrare nel modo più preciso un'infezione sopravvenuta». Perché, secondo Widmer, la campagna di vaccinazione potrebbe essere portata avanti più rapidamente e alla fine le misure potrebbero essere allentate più velocemente: «Stando alle attuali conoscenze, anche coloro che sono guariti sono ben protetti per almeno 3-6 mesi. Quindi potrebbero attendere per la vaccinazione in modo che più vaccino sia disponibile per le persone che non sono ancora state infettate».

Widmer sottolinea che i test anticorpali sono prove indirette e sono quindi più difficili da interpretare rispetto, ad esempio, al risultato di un test PCR. «Abbiamo bisogno di studi rapidi per dimostrare l'efficacia dei test sugli anticorpi. Ciò potrebbe consentire alle persone che si sono riprese di stare più tranquille».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 1 mese fa su tio
Se entra in vigore il test anticorpale allora rivendico il diritto di farmi infettare dal virus!
Don Quijote 1 mese fa su tio
Ci risiamo con la caccia alle streghe! L'unico passaporto che serve è quello che identifica i sani di mente e quelli con la fobia del CV19.
vulpus 1 mese fa su tio
Forse si stanno svegliando a Bena. L'importante ora è di non aspettare la Cina che sviluppi questi test.È ora di darsi una mossa seria in Svizzera con tutte le risorse che teniamo nell'armadio e non utilizziamo.
Don Quijote 1 mese fa su tio
@vulpus Non mento in dubbio le risorse economiche ma mancano quelle umane dotate di sufficienti neuroni nei posti di comando!
Blobloblo 1 mese fa su tio
Svegliaaaaaaaa!!!!
dan007 1 mese fa su tio
Lo affermi da più di un anno chi è guarito dal covid può aspettare per il vaccino e può fare una vita normale lavorare uscire viaggiare vaccinate solo i deboli fragili di salute
Ro 1 mese fa su tio
@dan007 Hai perfettamente ragione
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-17 21:46:18 | 91.208.130.85