Keystone
Ngozi Okonjo-Iweala
GINEVRA
27.02.2021 - 12:310

Una «nonna» alla testa dell'OMC: diplomatici contro CH Media

La Ginevra internazionale contro le testate incriminate: «Una presentazione in termini peggiorativi e degradanti».

GINEVRA - Nella Ginevra internazionale monta ulteriormente la protesta contro il titolo ritenuto sessista di un articolo delle testate CH Media che vedeva interessata la futura direttrice dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) Ngozi Okonjo-Iweala.

Un gruppo di 120 diplomatici - ambasciatori e vice ambasciatori, come pure alti funzionari di organizzazioni internazionali - hanno sottoscritto una lettera all'editore per lamentarsi. «Ritenete che la presentazione di personalità internazionali in termini piuttosto peggiorativi e degradanti sia un utile supporto alla politica di grande impegno della Svizzera?», si legge nella missiva, di cui Keystone-ATS ha preso conoscenza.

Il 9 febbraio diversi quotidiani di lingua tedesca appartenenti al gruppo CH Media - tra cui l'Aargauer Zeitung e la Luzerner Zeitung - avevano titolato "Questa nonna sarà a capo dell'OMC" ("Diese Grossmutter wird neue Cheffin der Welthandelsorganisation"). L'idea di presentare Okonjo-Iweala - 66 anni, ex ministra delle finanze della Nigeria e dal primo marzo alla testa dell'OMC - come una semplice "nonna" aveva suscitato vivaci critiche. Il gruppo mediatico si era rapidamente scusato e aveva assicurato che il testo non aveva alcun intento sessista o razzista.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ciapp 9 mesi fa su tio
con tücc i problemi che ghe al mont ! quescti i sa ciama fastidi grass
marco17 9 mesi fa su tio
La solita moda becera venuta dagli Stati Uniti. Quando molti media hanno parlato del "nonnino" chiamato a presiedere gli USA, o hanno discusso dell'età avanzata dei due contendenti (Biden e Trump), nessuno è insorto, ha protestato o preteso scuse, o peggio ancora parlato a vanvera di razzismo o altro. Si vede che i diplomatici sono una casta pagata per non fare niente di utile.
Ro 9 mesi fa su tio
Solo degradante ? Il razzismo è, purtroppo, sempre presente nei più svariati modi.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-08 07:24:48 | 91.208.130.85