Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA / ITALIA
48 min
Quasi giunto a destinazione l'aereo torna indietro
Il volo, partito questa mattina da Ginevra, ha avuto un problema tecnico.
ZURIGO
3 ore
Condizioni di lavoro negli asili nido: a Zurigo si manifesta
Circa 500 persone sono scese in piazza per protestare contro la situazione di queste strutture.
SVIZZERA / BIELORUSSIA
5 ore
Sangallese a Minsk scrive all'amica: «Sono stata arrestata!»
La donna è riuscita anche ad inviare un video in cui si sentono i lamenti delle altre prigioniere
SVIZZERA / ITALIA
8 ore
Liguria contro la quarantena svizzera, ma Berna non molla
La Regione chiedeva una limitazione solo per le aree maggiormente colpite dal contagio
SVIZZERA / BIELORUSSIA
9 ore
Anche una svizzera tra le donne arrestate a Minsk
Sarebbe tra le 300 donne fermate durante l'azione di protesta contro Lukashenko sabato scorso
GRIGIONI
10 ore
Esce di strada per la neve, in auto anche il neonato
La 28enne stava percorrendo una strada sterrata quando il veicolo ha sbandato sulla carreggiata innevata.
FOTO
SVIZZERA
10 ore
Record di neve in Vallese, diversi incidenti nei Grigioni
A Montana sono stati misurati 25 centimetri di manto fresco, a Davos quasi 30
FRIBURGO
21 ore
Tragedia stradale nel canton Friburgo: muore una mamma e il suo bimbo è ferito grave
La donna era finita nell'altra corsia durante una curva e ha preso in pieno un camion
SVIZZERA
22 ore
«Anche se hanno raffreddore e mal di gola, i bambini possono andare a scuola»
L'infettivologo Cristoph Berger commenta le raccomandazione dell'UFSP: «I tamponi siano solo l'ultimissima risorsa»
SVIZZERA
09.08.2020 - 08:000

Hai cibo in valigia? Potresti rischiare una multa

Per importare vegetali, frutta, verdura, fiori recisi, sementi e altri prodotti freschi serve un certificato.

Ma trovare l'ufficio responsabile nei paesi non Ue non è sempre così semplice, ci vuole tempo e denaro.

Fonte 20 Minuen - Daniel Graf
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

BERNA - Vacanze vuol dire anche souvenir. Chi non si è mai sentito dire «portami qualcosa quando torni»?. E spesso non c’è scelta migliore di tornare a casa con qualche delizia gastronomica.

Ma bisogna fare attenzione. «Hai piante, frutti o fiori in valigia? Fai rapporto in dogana per essere sicuro di non introdurre parassiti dei vegetali con il pericolo di diffondere malattie pericolose», ha scritto su Facebook l’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG) per sensibilizzare gli svizzeri di ritorno dalle ferie. 

Nel trasferimento di materiale vegetale sul piano nazionale e internazionale si devono infatti osservare le prescrizioni fitosanitarie. Dal 1° gennaio 2020 per l’importazione di merci vegetali provenienti da Stati non membri dell’UE vigono nuove restrizioni legali, analogamente all’UE.

Chiunque voglia portare in Svizzera piante, frutta, verdura, fiori recisi o semi ha bisogno di un certificato fitosanitario, rilasciato dal Paese di esportazione. Spesso però reperire all'estero l’ufficio responsabile non è così semplice e i tempi sono lunghi. Inoltre, bisogna pagarlo. «Il certificato assicura che i prodotti non sono infettati da organismi nocivi», spiega a 20 Minuten il portavoce dell’UFAG, Jonathan Fisch.

È vietato portare con sé in Svizzera (senza certificato fitosanitario) vegetali, frutta, verdura, fiori recisi, sementi e altre parti di vegetali freschi, terra e determinato legno di ritorno da Stati non membri dell’UE, dalle isole Canarie, Ceuta, Melilla e dai territori d’oltremare francesi. L’importazione di merci ad alto rischio (patate, terra, foglie di Citrus, ecc.) è vietata in qualsiasi caso. I frutti di ananas, noce di cocco, durian, banano e dattero possono continuare a essere portati in Svizzera di ritorno da tutti i Paesi e senza controllo.

Chi ha cibo in valigia, munito di certificato fitosanitario, potrà dichiarare la merce in dogana senza problemi. Ma Fisch dà un consiglio a tutti: «Se doveste accorgervi in aeroporto di avere con voi prodotti che necessiterebbero del certificato per essere introdotti in Svizzera, è meglio che annunciarsi spontaneamente ai controlli doganali. Esiste la possibilità di smaltire la merce gratuitamente».

Pflanzengesundheit

Zurück aus den Ferien und Pflanzen, Früchte oder Blumen im Gepäck? 🍋 Melden Sie sich bei der Einreise beim Zoll, damit keine gefährlichen Schädlinge und Krankheiten eingeschleppt werden. https://bit.ly/3k4ZkHY #pflanzengesundheit #IYPH2020

Pubblicato da BLW Bundesamt für Landwirtschaft su Martedì 4 agosto 2020

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-26 20:52:21 | 91.208.130.89