Archivio Keystone
ZURIGO
23.07.2020 - 09:540

L'addio alla collaboratrice uccisa da una tigre

L'ultimo omaggio ha avuto luogo ieri sera in presenza dei familiari e del personale dello zoo zurighese

ZURIGO - Circa 200 persone hanno reso ieri sera l'ultimo omaggio alla collaboratrice dello Zoo di Zurigo che agli inizi di luglio è stata aggredita e uccisa da una tigre. Le indagini della procura e della polizia non sono ancora terminate, ma la tigre non sarà soppressa.

Alla cerimonia per la collaboratrice 55enne morta lo scorso 4 luglio hanno preso parte, oltre ai familiari e al personale, anche l'ex direttore dello Zoo Alex Rübel e il suo successore Severin Dressen, che ha avuto il triste compito di annunciare l'incidente nella sua prima settimana da direttore. A tutti i partecipanti è stato dato un girasole da mettere in un vaso di legno che rimarrà fino a nuovo avviso davanti al recinto delle tigri.

Ancora non è stato chiarito in modo definitivo perché la tigre siberiana Irina, di cinque anni, si è trovata nella zona esterna del recinto contemporaneamente alla donna. È però chiaro che le tigri dello zoo di Zurigo vengono curate senza alcun contatto con le persone. Ciò significa che i guardiani e la tigre non possono mai trovarsi nello stesso ambiente.

Per la tigre, l'incidente non ha quindi avuto conseguenze: non ha fatto altro che seguire il suo istinto, attaccando la donna vista come un'intrusa nel suo territorio.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-27 01:50:20 | 91.208.130.87