Keystone
Anche Federer preferisce Sunrise...
SVIZZERA
27.05.2020 - 09:100
Aggiornamento : 10:19

Telefonia mobile, Sunrise supera Swisscom nella soddisfazione dei clienti

A dirlo è periodico sondaggio condotto da Moneyland. In testa alla classifica c'è però Wingo

ZURIGO - Per la prima volta Sunrise ha superato Swisscom in materia di soddisfazione dei clienti nella telefonia mobile: è quanto emerge da un sondaggio periodico condotto dal servizio di confronti internet Moneyland, che definisce una sorpresa il sorpasso fra i due più importanti operatori del mercato.

I consumatori più contenti sono però quelli che si basano su Wingo (8,0 punti su una scala che va da 1 a 10) e M-Budget (pure 8,0), si legge in un comunicato odierno. Al terzo posto si inserisce Coop (7,8); seguono Sunrise e UPC (entrambi 7,6), Swisscom (7,3), Salt e Yallo (entrambi a 7,2).

Non vi sono grandi differenze di percezione fra uomini e donne, né fra abitanti di agglomerati e di zone più rurali. Sono invece più critici con i loro operatori i romandi rispetto agli svizzeri tedeschi e i giovani nei confronti delle persone più mature.

Per quanto riguarda i singoli comparti, il punteggio peggiore è ottenuto in media dalle tariffe di roaming (5,9). Non troppo amate sono anche la qualità delle promozioni (6,5) e le scadenze di rescissione dei contratti (6,9).

Vengono invece percepiti in modo migliore il rapporto prezzo/prestazioni (7,1), la raggiungibilità dei collaboratori dell'operatore (pure 7,1), la gentilezza degli stessi dipendenti (7,6), nonché la copertura e stabilità della rete (entrambi 7,7). Il campione di 1500 persone dà il punteggio più elevato alla qualità delle conversazioni (8,0).

Secondo Ralf Beyeler, esperto telecom presso Moneyland, la graduatoria non stupisce. "Il roaming e i tempi di disdetta sono fonte continua di irritazione per il consumatore elvetico", afferma, citato nella nota. In particolare le tariffe delle telefonia mobile all'estero rimangono tuttora care, sebbene i prezzi siano stati abbassati.

Per quanto riguarda i grandi operatori Beyeler non è nemmeno sorpreso del giudizio sul numero uno del mercato Swisscom: esso viene abbassato da fattori quali prezzo/prestazioni, promozioni e tempi di disdetta. La società controllata dalla Confederazione "ha molto più raramente di altri offerte speciali e rimane ancorata a contratti molti lunghi, di almeno 12 o 24 mesi", spiega lo specialista.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 06:33:21 | 91.208.130.87