Keystone
Daniel Koch, capo divisione malattie trasmissibili dell'UFSP.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SION
1 ora
Un ponte danneggiato desta preoccupazione, chiusa una corsia
I problemi strutturali sarebbero imputabili al sale usato per la rimozione della neve.
SVIZZERA
2 ore
La Svizzera toglie la mascherina e torna in ufficio
Ecco tutti gli allentamenti che entreranno in vigore il prossimo sabato 26 giugno
SVIZZERA
2 ore
Altri 154 contagi e due decessi in Svizzera
Sono sedici gli svizzeri che hanno necessitato di un ricovero ospedaliero nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'UFSP.
FOTOGALLERY
NEUCHÂTEL
3 ore
«L'intero villaggio è pieno di fango e detriti»
Ieri sera il Ruhault ha rotto gli argini a Cressier. Alcune famiglie hanno dovuto essere sfollate.
VAUD
3 ore
Hanno fatto saltare in aria un altro bancomat
Questa volta il colpo è stato perpetrato presso un distributore di benzina a Savigny.
SVIZZERA
3 ore
L'uomo che commissionò l'assassinio della sua compagna resta in carcere
Il Tribunale federale ha respinto il suo ricorso per ottenere la libertà condizionale: «Il rischio di recidiva è alto».
SVIZZERA
3 ore
Vacanze a tinte rossocrociate per molti svizzeri
Le montagne elvetiche restano meta ambitissima, va un po' meno bene alle città.
SVIZZERA
4 ore
Alcune norme della legge anti-terrorismo saranno introdotte in autunno
Dopo l'approvazione alle urne, il Consiglio federale ha posto in consultazione oggi la relativa ordinanza.
ZURIGO
4 ore
Vaccino Covid, centinaia al giorno non si presentano al loro appuntamento
«Con l’inizio dell’estate e degli Europei queste cifre sono aumentate», dichiara il Dipartimento della sanità zurighese.
SVIZZERA
4 ore
Accesso al mercato italiano: «Nessuna discriminazione sistematica»
Un rapporto adottato dal Consiglio federale rivela «maggiori difficoltà» di accesso al confine ticinese.
SAN GALLO
5 ore
Beccato un ladro: aveva compiuto sessanta furti
L'uomo, un serbo di 29 anni, aveva colpito diversi garage di San Gallo tra il 2019 e il 2020.
SVIZZERA
6 ore
Incidenti in bici, più di 1'300 legati all'alcol
Secondo Suva, la tendenza sarebbe in aumento.
ARGOVIA
7 ore
Il vaccino di Pfizer/BioNTech verrà prodotto anche in Svizzera
Ad occuparsene sarà Novartis, che produrrà le fiale nel suo sito di Stein, nel Canton Argovia
LUCERNA
7 ore
Investe un ausiliare del traffico e se ne va
L'incidente si è verificato a Lucerna poco più di due settimane fa. Ancora sconosciuta l'identità del conducente.
FOTO E VIDEO
SVIZZERA
8 ore
Temporali violenti, Cressier è finita sott'acqua
Ai residenti è tuttora sconsigliato di bere acqua dal rubinetto
SVIZZERA
9 ore
Spingono un 60enne giù dalle scale e scappano
La polizia è alla ricerca di un gruppo di giovani
SVIZZERA
9 ore
Vaccino sì, vaccino no? Un quarto degli svizzeri è ancora scettico
Anche l'età e il sesso sembrano essere un fattore: è quanto emerge da un sondaggio dell'istituto Sotomo
SVIZZERA
16 ore
Viola Amherd vuole i caccia F-35
Il ministro della Difesa avrebbe scelto il produttore americano Lockheed Martin per rinnovare la flotta
GINEVRA
17 ore
Dal Portogallo a Ginevra stipati in una gabbia
Una gatta e i suoi quattro cuccioli hanno viaggiato per oltre 18 ore in condizioni indecenti.
SVIZZERA/UE
22 ore
In autunno ripartono i negoziati
Dopo il flop dell'accordo quadro, Bruxelles riallaccerà i contatti con Berna alla fine dell'estate
SVIZZERA
22 ore
Hans Ziegler è colpevole
L'ex manager è stato condannato a ventiquattro mesi di prigione (con la condizionale) dal Tribunale penale federale.
BERNA
23 ore
Hanno dato fuoco a un'altra antenna 5G
Il rogo è divampato in una struttura situata a Kiesen, nei pressi di Thun.
SVIZZERA
29.02.2020 - 15:440
Aggiornamento : 19:35

Coronavirus, per ora non si prevedono altre restrizioni

In Svizzera i casi accertati sono 12. Altri 5 positivi attendono una conferma

Daniel Koch si è detto preoccupato per la situazione italiana. Esclusa però la chiusura delle frontiere: «Non sarebbe efficace».

BERNA - Nell'immediato non sono previste nuove misure restrittive, in relazione al coronavirus. Lo ha detto oggi in un incontro con la stampa Daniel Koch, capo divisione malattie trasmissibili presso l'UFSP. In altre parole, niente chiusura dei confini o delle scuole.

Secondo il responsabile dell'UFSP, la chiusura delle frontiere non è al momento un'opzione, perché non sarebbe efficace e perché impedirebbe a molti frontalieri di raggiungere il posto di lavoro negli ospedali e negli studi medici. Ingiustificata, ha aggiunto, sarebbe anche la chiusura delle scuole, visto che è dimostrato che sono soprattutto le persone sopra i 60 anni a essere maggiormente a rischio. E i bambini non sono peraltro considerati i principali portatori del virus.

Italia? «Situazione preoccupante» - Koch ha inoltre definito «preoccupante» la situazione in Italia, dove sono stati confermati finora 885 casi e 21 decessi. Anche in Svizzera ci si potrebbe trovare nella situazione di non riuscire più a tracciare per tutti i casi le vie d'infezione. «Alcuni casi potranno avere un collegamento solo indiretto con l'Italia», ha precisato Koch.

Una nuova campagna - Il prossimo passo sarà una campagna di informazione che partirà all'inizio della prossima settimana. La campagna comprenderà raccomandazioni scritte alla popolazione su cosa fare per proteggersi dall'infezione e dalla trasmissione del virus COVID-19. Nel frattempo l'invito è a mantenere la calma, così da non sovraccaricare i servizi di pronto soccorso per casi minori.

Nessuna limitazione di viaggio - Per quanto riguarda i viaggi all'estero, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) precisa che non ci sono limitazioni. Tuttavia, i viaggiatori non dovranno contare su rimpatri organizzati dalle autorità, ma in caso di difficoltà potranno contattare i servizi consolari.

Lavoro parziale - Dal lato economico, il capo della Direzione politica economica presso la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) Eric Scheidegger ha reso noto che le aziende potranno richiedere l'introduzione di lavoro a tempo parziale a causa degli effetti del coronavirus.

Numeri e contatti utili

Chi desidera avere informazioni e indicazioni puntuali può contattare il numero 0800 144 144 (chiamata gratuita) tutti i giorni, dalle 7.00 alle 22.00. È inoltre disponibile anche la Hotline Coronavirus a livello federale allo 058 463 00 00 (dalle 8.00 alle 18.00). Sono inoltre disponibili aggiornamenti costanti, raccomandazioni puntuali e consigli di prevenzione agli indirizzi: www.ti.ch/coronavirus oppure www.bag.admin.ch/nuovo-coronavirus.  

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tazmaniac 1 anno fa su tio
più che Kock a me sembra GEkocht. Per forza non si preoccupa, guardatelo in faccia...a questo il corona virus je fa n'baffo...
Evry 1 anno fa su tio
Koch e tutto il CF sarebben meglio mandarli in cucina a preparare il Birchemüsli !! dimostrazione che i nostri governatori.... non hanno coraggio !!! l'esempio dell'Austria non li garba !! questo è il rispetto.... della saluteverso i propri cittadini !!!
lügan81 1 anno fa su tio
nel frattempo la raccolta firme per chiudere le scuole è salita a oltre 6000 ..... e da bellinzona ancora calma piatta... https://www.change.org/p/studenti-chiudere-le-scuole-in-ticino
Danny50 1 anno fa su tio
Ci mancherebbe di chiudere le frontiere. Già bello che non ci obbligano a soggiornare a Milano per solidarietà. Confederella meretrice come al suo solito.
Dioneus 1 anno fa su tio
@Danny50 Sei imbarazzante;)
ugobos 1 anno fa su tio
@Dioneus ha pienamente ragione. pochi giorni e il panico vero arrivera
LAMIA 1 anno fa su tio
Ci penserà la crisi à seguito della pandemia à fare quello che la politica non dà. Anticipo del voto del 17 maggio.
Dioneus 1 anno fa su tio
Scuole da chiudere!
Lourmarin 1 anno fa su tio
Siamo in quasi 9 milioni in Svizzera. Tanto per precisare...
miba 1 anno fa su tio
Mah...dalla foto il più malato sembra proprio lui....:):):)
LAMIA 1 anno fa su tio
Spero che l attuale situazione ci faccia riflettere su cosa votiamo il 17 maggio. Se la situazione fosse stata al contrario altro che frontiere chiuse, avrebbero eretto muri!
lollo68 1 anno fa su tio
Se chiudessero le frontiere potrei finalmente trovare un posto di lavoro!
Summerer 1 anno fa su tio
Tutti i casi in Svizzera (eccetto un francese a NE) arrivano da Milano! Ma possibile che la Cina blinda una metropoli di milioni di abitanti e in Italia non sono capaci di farlo? Ma cosa si aspetta? No, loro aprono i bar, la movida e in piu' fanno pure un video...
Tempesta82 1 anno fa su tio
Salve ...io non capisco perche' aspettano . A prendere prevedimenti.....secondo me sottovalutano... il virus.corona....io sono italiana ma ho sempre ammirato la svizzera...ma su questi casi stanno sbagliando...aspettano che ci siano dei morti... per poter prendere decisioni...serie ...infondo agli svizzeri gli interessano solo i soldi la salute vada come vada ... a loro non gli e ne frega anzi con questo corona virus stanno diventando tutti razisti...prima la colpa era della cina adesso dell italia..ma insomma se si va avanti cosi non si va da nessuna parte....
gokyo66 1 anno fa su tio
Onestamente, come genitore, un po' d'ansia ce l'ho per settimana prox che riaprono le scuole. Con tutto quanto è stato detto finora, a livello Federale fanno intendere che non sia ottimale stare in luoghi con molta gente, ma le scuole le lasciamo aperte (?) ... Si invoca che poi i nostri figli dovrebbero stare a casa con i nonni, categoria più a rischio e quindi mi chiedo, quando succederà (e non vorrei mai che succeda) che ci sia un primo contagio in una qualche scuola che si fa? Ad una mia collega che vive in provincia di Varese, hanno chiuso le scuole fino a nuovo ordine... e stiamo parlando di 40km in linea d'aria da dove abito io... ho un po' come l'impressione che sia a livello Cantonale che Federale questo aspetto sia un po' sottovalutato. D'altra parte è pur vero che non tutti hanno la possibilità di avere i nonni a disposizione e molti gentiori dove magari entrambi lavorano, si troverebbero in una situazione complicata. Ripeto come genitore, ritengo di avere una legittima preoccupazione e come me migliaia di altri genitori e le frasi stile "il Titanic è inaffondabile" non mi tranquillizzano per nulla
fromrussiawith<3 1 anno fa su tio
è davvero una situazione complessa se si pensa che questo virus è estremamente pericoloso per chi sopra i 50-60 con un tasso di mortalità (pare finora) +14% per gli over 80, mentre al di sotto dei 50 il tasso di mortalità si abbassa notevolmente con 0.4% per 40-49 e 0.2% per chi al di sotto dei 40 (non lontano da una comune influenza). Comunque, sembra ci siano casi di persone asintomatiche (fra i giovani) che posso tuttavia trasmettere il virus, quindi non chiudere le frontiere potrebbe comportare dei problemi. La priorità dev'essere data agli over 50, le fascie di età più a rischio
borrenico 1 anno fa su tio
Ma perche sempre il solito pensiero di chiudere le frontiere?forse tanta giente non si rende conto che la nostra economia senza i frontalieri tornerebbe a coltivare il Tabacco!!!E voglio ricordare ai cari signori anti frontalieri che se per caso dovessero ammalarsi con le frontiere chiuse forse rischierebbero la pelle!Parlo da svizzero ma ne ho pieno i ...... di sentire sempre questre ca....!E se riesco a pagare le tasse in svizzera e grazie ai frontalieri che lavorano nella azienda che mi da lo stipendio!!!????????????
klich69 1 anno fa su tio
Tanto può solo peggiorare, grazie a politici inefficienti e ambigui, gli USA hanno diffidato i suoi di andare in italia qua in Ticino arrivano oltre 70mila al di.
jena 1 anno fa su tio
Lombardia, Veneto e Emilia le chiudono a scopo cautelativo per 1 settimana... altri cantoni hanno reso piu' restrittive le imposizioni del CF... noi??? mancanza di attributi????
sedelin 1 anno fa su tio
@marco pelizza: stai tranquillo, é un'influenza. il contagio più pericoloso é la diffusione spropositata di panico che fa ammalare i nervi!
ugobos 1 anno fa su tio
@sedelin é un influenza e piu del 10 % finiscono in cure intense. ospedali poi collassano. non ci arrivi proprio?
spank77 1 anno fa su tio
@sedelin Secondo oms 1 su 6 richiede ricovero...vedi tu
marco17 1 anno fa su tio
Ed ecco spuntare il Marco Pelizza di turno, che snocciola cifre e percentuali a vanvera e ci propone il suo catastrofismo da quattro soldi. Che cosa non si farebbe per un po' di visibilità mediatica. Come sempre il virus della stupidità è il più diffuso e pernicioso.
spank77 1 anno fa su tio
@marco17 Io penso che gli stupid siano quelli che non Hanno Capito Cosa significa 1 person su 6 ricoverata in caso di pandemia
spank77 1 anno fa su tio
Marco pelizza sono 'solo' IL 15 percento casi da ricoverare, che su 1000 Contagiati inizia probabilmemte a creare qualche problem logistico. Per me la mortality non e cosi elevata come dicono e penso che per l europa magari e piu bassa. Il problema, che MI crea timori, sono la banalizzazione del numeri di ricoveri necessari che potrebbero mandate in tilt ospedale e creare complicaxioni non volute. Vedo in Giro troppa gente senza senso civico che se ne sttafregano e non seguono nessuna delle raccomandazione Della conferazione in materia di igiene. Come fare con queste teste di rapa?
MrBlack 1 anno fa su tio
Nella prima conferenza una settimana il Governo Ticinese diceva così „ Perché il Ticino non blocca le manifestazioni come si fa in Lombardia? «Secondo il nostro gruppo di esperti – sostiene De Rosa – una misura del genere non porterebbe a risultati. Sono misure che potrebbero avere un significato politico. Ma dal punto di vista pratico non porterebbero a nulla». E infatti dopo una settimana hanno messo in pratica ciò che dicevano non serve a nulla e hanno vietato tutte le manifestazioni. Vediamo tra una settimana se almeno a Berna sanno quello che dicono...
spank77 1 anno fa su tio
@MrBlack IL Carnevale di belli non Era da fare... Chiudere le scuole non ha senso, bisogna pero istruire le scuole e magari fare pause separate. L unica prevenzione in caso di pandemia e la quarente a per tutti. Adesso non ha senso farla, MA penso che se I numeri dovessero drasticamente salire la Confederazione reagira. Per Fortuna che la nostra burocrazia e almeno veloce in queste circostanze.
Clo 62 1 anno fa su tio
era sufficiente mettere in quarantena tutti quelli che rientravano dall’Italia ed invece il vero disastro verrà dall’economia
Fufabi 1 anno fa su tio
Ottima strategia di contenimento, non troppo invasiva ma nemmeno inesistente che funziona bene se il virus sparisce con l'alzarsi delle temperature...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-23 16:14:17 | 91.208.130.89