Keystone (archivio)
SVIZZERA
07.11.2019 - 10:420

Palazzo federale accoglie i politici di domani

Si apre oggi a Berna la 28esima edizione della sessione dei giovani. Fino a domenica 200 ragazze e ragazzi fra i 14 e i 21 anni dibatteranno di temi di attualità tra cui il cambiamento climatico

BERNA - È iniziata oggi a Berna e proseguirà fino a domenica la 28esima Sessione federale dei giovani. Per quattro giorni, 200 ragazzi di età compresa fra i 14 e i 21 anni discuteranno di questioni politiche attuali e svilupperanno posizioni da sottoporre al Parlamento.

Gli scioperi climatici dimostrano che i giovani vogliono avere voce in capitolo, scrivono gli organizzatori in una nota. Soprattutto ora che in migliaia scendono in piazza per farsi sentire, è particolarmente importante offrire l'opportunità di esprimersi in seno alle istituzioni elvetiche, si legge ancora nel comunicato.

Fra i temi di attualità affrontati, oltre a quello ambientale, vi sono per esempio la parità salariale tra uomo e donna, nonché la protezione dei dati nella sanità, ma anche il panorama mediatico svizzero, i diritti dei bambini e l'e-voting.

I protagonisti, scelti tramite una selezione volta a garantire la più ampia rappresentanza possibile, riceveranno la visita di alcuni parlamentari, che racconteranno la vita quotidiana dei politici nella Berna federale. Il vicecancelliere Viktor Rossi accoglierà i ragazzi sabato pomeriggio nella sala del Consiglio Nazionale per l'apertura della sessione vera e propria, quella plenaria.

Nel corso della giornata, i partecipanti dibatteranno a proposito delle rivendicazioni formulate precedentemente all'interno dei 12 gruppi di lavoro in cui sono stati suddivisi. Quelle adottate saranno consegnate alla presidente del Nazionale Marina Carobbio (PS/TI).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-17 22:54:11 | 91.208.130.89